Parigi espelle sei spie russe sotto copertura diplomatica

Lunedì, il ministero degli Esteri francese ha affermato che la Francia aveva deciso di espellere sei spie russe che secondo loro lavoravano sotto la copertura della sua ambasciata a Parigi e che “le loro attività si sono rivelate incompatibili con i suoi interessi nazionali”.

• Leggi anche: [EN DIRECT] Il 47° giorno di guerra in Ucraina: ecco gli ultimi sviluppi

“Dopo una lunghissima indagine, domenica 10 aprile, la Direzione Generale della Sicurezza Interna ha rivelato un’operazione segreta compiuta dai servizi segreti russi sul nostro territorio. Sei agenti russi che lavorano sotto copertura diplomatica (…) li hanno dichiarati persona non grata , ha affermato il ministero in una nota.

“In assenza dell’ambasciatore russo, il secondo uomo è stato convocato questa sera al Quai d’Orsay per informarlo di questa decisione”, ha aggiunto.

Il ministro dell’Interno Gerald Darmanin ha elogiato il lavoro di controspionaggio della Francia. «Una grande operazione di controspionaggio. Bravo agli agenti PSD che hanno interrotto una rete di agenti segreti russi.” “Nell’ombra, la DGSI controlla i nostri interessi principali”.

Lunedì Parigi ha annunciato l’espulsione di 35 diplomatici russi, già ripetendo che le loro attività “contraddicevano” gli interessi francesi e precisando che la punizione rientrava in un “approccio europeo”.

Quai d’Orsay ha detto all’AFP che le sei spie erano state aggiunte all’elenco precedente.

Diversi altri paesi europei come Germania, Italia, Spagna, Slovenia, Austria, Polonia, Grecia e Croazia hanno espulso un gran numero di diplomatici russi dall’inizio dell’invasione dell’Ucraina. Da parte loro, gli Stati Uniti hanno inviato all’inizio di marzo 12 membri della missione diplomatica russa presso le Nazioni Unite.

READ  Il fallimento morale dell'Occidente

In alcuni casi, queste espulsioni avrebbero dovuto essere ufficialmente in risposta allo scoppio della guerra in Ucraina da parte delle forze russe e agli abusi di cui erano state accusate dagli occidentali. In molti altri casi, sono stati accompagnati da accuse di spionaggio.

You May Also Like

About the Author: Malvolia Gallo

"Appassionato di alcol. Piantagrane. Introverso. Studente. Amante dei social media. Ninja del web. Fan del bacon. Lettore".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.