Pallavolo: la Polonia nella finale del suo “mondo” contro l’Italia

Il polacco Alexander Sliuka festeggia con uno dei suoi compagni di squadra dopo la vittoria del suo paese sul Brasile sabato 10 settembre 2022 nelle semifinali della Coppa del mondo di pallavolo a Katowice

Tre pass per la Polonia? Il Brasile, caduto sabato in un famoso duello mondiale di pallavolo, avrà la possibilità domenica contro l’Italia di vincere il suo terzo titolo consecutivo nella finale dei Mondiali che sta co-organizzando.

Lo hanno fatto di nuovo. Dopo aver già battuto i brasiliani nelle finali dei due mondiali precedenti, i polacchi hanno battuto l’altra nazione dominante nello sport in tre set a due (23-25, 25-18, 25-20, 21-25, 15-12) dopo il temibile Manu Manu Questa volta in semifinale.

A Spodk Katowice domenica andrà davanti a loro l’Italia, che in serata ha liberato più facilmente la Slovenia per 3 set a 0 (25-21, 25-22, 25-21).

Se supereranno quest’ultimo ostacolo, i polacchi firmeranno una tripletta e, oltre a questa massiccia serie di vittorie, riusciranno in un’altra prestazione di alto livello: riuscire a vincere senza infortunare il loro miglior giocatore, Wilfredo Leon, prima dell’inizio della mondo. Bicchiere.

Il cubano naturalizzato è considerato uno dei migliori attaccanti e attaccanti del mondo, e sabato non ha mancato la Polonia, dato che il trio Kurek-Semeniuk-Sliwka ha spruzzato la difesa brasiliana con attacchi taglienti, segnando 61 punti.

A questo terzetto offensivo si aggiunge Jakub Kochanowski, il principale portiere polacco, la cui lettura del gioco e il senso del tempismo hanno permesso alla sua squadra di contenere l’attacco brasiliano. Un altro “partito di blocco” per il centrodestra contro l’Italia potrebbe essere decisivo.

– Passione per l’esperienza –

READ  Sport | Pattinaggio di velocità: a causa del tempo, Simon Bailey è arrivato secondo in Coppa del Mondo

Soprattutto da quando gli italiani hanno scatenato la vittoria a sorpresa dei quarti di finale sulla Francia campionessa olimpica a Tokyo un anno fa. L’Italia non ha bazzicato contro gli sloveni, senza dubbio confusi dopo aver giocato in casa le altre partite di questo Mondiale, nella ristampa della finale di Euro 2021. Già in questa partita l’Italia si è imposta nel piattino (traduzione letterale di Spodek) a Katowice.

Questa squadra è piena di passione, gioventù – un solo giocatore di età superiore ai 26 anni – e ambizione di riconnettersi con il suo glorioso passato. Guidato da Alessandro Micheletto, 20 anni, un altro attaccante Daniele Lafia (15 punti contro gli sloveni) e guidato da un acuto Yuri Romano, sogna di sorprendere i polacchi.

Questo giovane equipaggio ha già raggiunto un punto inaspettato: la finale di Coppa del Mondo, che non raggiungeva dal 1998. Quell’anno, i loro più grandi, “Fenomeni”, vinsero l’ultimo dei loro tre titoli mondiali.

Ma in finale saranno la Polonia e il suo capitano Bartosz Couric (34) a salire al livello di controllo del suo piatto contro l’Italia.

You May Also Like

About the Author: Fina Lombardi

"Fanatico della cultura pop. Ninja zombi estremo. Scrittore professionista. Esperto di Internet".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.