Nuoto FINA: Leon Marchand non dovrebbe competere in un campionato europeo?

Il campione azzurro biancorosso ai Mondiali di Budapest non sarà necessariamente il campione dell’Euro a Roma (11-17 agosto)… Leon Marchand, il triplice medaglia ungherese (oro nei 400 misti, 200 misti e argento nei 200 farfalla), può saltare l’appuntamento di agosto al Foro Italico, dove già molti sognavano di vederlo battere il record mondiale di Phelps nei 400 misti.

In origine, il ventenne Tolosa, esiliato in Arizona dall’autunno del 2021, aveva visitato l’Italia per le sue destinazioni estive. “Questo è quello che abbiamo in programma, abbiamo ancora un piano ma possiamo rivederlo”, ha detto l’allenatore del Tolosa Nicholas Castell, che dovrebbe subentrare agli incarichi estivi di Bob Bowman con gli Habs alla fine del mondo. Ci lasceremo fino alla fine del mondo. fine settimana per discutere un po’ e pensare con calma a se il Lione rimarrà o meno in Europa. Dobbiamo chiederci, vedere cosa succede dopo, fargli valutare i pro ei contro e prendere la decisione migliore per lui”.

Cavalcare l’onda della vittoria può essere benefico e di grande impatto. Ma sapersi gestire per le Olimpiadi del 2024 è fondamentale. “Il Lione ha fatto grandi campionati del mondo (deve ancora dare una mano nella staffetta) E le stagioni pesanti, Castle continua. Non si è fermato dalla fine del suo confino nel 2020. Ci siamo allenati per un anno per i Giochi di Tokyo e poi è andato direttamente negli Stati Uniti. Quindi sono passati quasi due anni e mezzo senza sosta. »

Mercoledì 2 giugno Thomas Sammot, il mental trainer del francese, ha raccontato al parigino quanto fosse importante saperlo risparmiare. “Leon non è Michael Phelps”, ha spiegato. Non voglio che facciamo molto per fargli ottenere record mondiali se si rompe in un anno. Quando Phelps terminò la sua prima carriera (Tra il 2012 e il 2014), sprofondato nella depressione, nell’alcol e nella droga. Se possiamo evitarlo a Lione…”

READ  Sport | Calcio: "Due offerte" per comprare il Milan

Se Marchand non avesse preso la strada per Roma e avesse preferito riposarsi, si sarebbe comunque allenato con Castel fino all’inizio dell’anno scolastico prima di raggiungere Bowman nella sua base a Tempe.

You May Also Like

About the Author: Fina Lombardi

"Fanatico della cultura pop. Ninja zombi estremo. Scrittore professionista. Esperto di Internet".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.