Non ci sarà nessun “vaccino” in Dordogna

Non ci sarà l’apertura di un “vaccino” in Dordogna. Tuttavia, il governo ha annunciato l’apertura di questi giganteschi centri di vaccinazione, uno o due, in ogni distretto dalla fine del mese, ma non sono legati alla Dordogna, come sottolineato dal governatore Frederic Pereissat. “Siamo in un dipartimento dove non ci sono agglomerati molto grandi, Perreg ha una popolazione di 30.000 abitanti, non l’agglomerato di Bordeaux. Ciò che il governo chiede è di adattare i dispositivi alle esigenze“.

Vaccinazione 7 giorni su 7 in due centri principali

Se non c’è apertura del vaccino, ciò non significa che non ci saranno più iniezioni nei prossimi giorni. esattamente il contrario. Il governatore desidera Orario prolungato I giorni di vaccinazione sono nei due principali centri di vaccinazione, ovvero Perigo e Bergerac. “L’obiettivo è farli lavorare 7 giorni su 7Il governatore della Dordogna assicura che non vengano perse dosi di vaccino ma piuttosto le braccia da vaccinare.

Non diminuirai le pozioni, ma le armi. ”Frederic Pereissat

I caregiver hanno chiesto una nuova registrazione per la vaccinazione

Il governatore è tornato per mobilitare vigili del fuoco e ostetriche, oltre a professionisti medici e MSA. I caregiver in pensione sono tenuti a rivolgersi ai loro ordini (farmacisti, medici, infermieri e ostetriche) per iscriversi nuovamente e assistere con la vaccinazione.

READ  Fare i lavori domestici migliora la salute del cervello

You May Also Like

About the Author: Malvolia Gallo

"Appassionato di alcol. Piantagrane. Introverso. Studente. Amante dei social media. Ninja del web. Fan del bacon. Lettore."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *