Montpellier e il Cinema 43° premiano le registe –

Evan Attal, Suzanne Jounieh, Ben Attal

È in sintonia con i tempi. Christoph Lebbark (Regista cinematografico) aveva avvertito “Vedrai una versione molto femminile.” Raccontacelo all’apertura del festival del cinema. Montpellier ha promesso il suo giudizio di consegnare i prezzi di questo Cinémed alla fine “Femminile”. Vi presentiamo l’elenco dei premi, oltre a una serie di rapporti “Subito”Questo è un evento imperdibile per gli spettatori.

Innanzitutto, ciò che va ricordato dell’arte di Montpellier VII è soprattutto un festival di partecipazione, incontri, proiezioni sull’uomo e sull’imprevisto. Prendere il polso di questo festival significa immergersi in circa 10 giorni, guardare film del Mediterraneo e partecipare a conferenze stampa.

L’elenco completo:

43a edizione…
Lungometraggi

Porta Antigone (Sovvenzione di € 15.000 da Montpellier Mediterranee Metropole): Cell da Bleerta Pacholi (Kosovo/Svizzera/Albania/Repubblica di Macedonia, 2021).

Premio della critica (€2.000 contributo alla regia di BNP Paribas): Costa Brava, Libano, regia di Mounia Akl (Libano/Francia, 2021); Citato da Libertad da Clara Roque (Spagna/Belgio, 2021).

Premio del Pubblico (2000 euro, borsa di studio Medilibre): Anima Bella regia di Dario Albertini (Italia, 2021).

Premio del Pubblico Giovani (Proiezione di film premiati (10 proiezioni) presso i CCAS Vacation Centers: Princess di Mohamed Diab (Egitto/Giordania/EAU/Arabia Saudita, 2021).

Premio Miglior Musica (1.200 € di borsa di studio JAM): Nathan Larson e Zeid Hamdan per Costa Brava Music, Libano per Mounia Akl (Libano/Francia, 2021).

Premio Studente (borsa di 1500€ del Centro Culturale di Ateneo e CROUS): Piccolo corpo di Laura Samani (Italia/Francia/Slovenia, 2021).

film brevi

– Gran Premio per il cortometraggio (sovvenzione di 4000€ al regista Montpellier Mediterranee Metropole e 1000€ per il servizio di post-produzione prodotto da Force de l’image): Exodus of Samir Karahuda (Kosovo, 2020); Male Noir Soleil di Marie Larvier (Francia, 2021).

Premio del pubblico (1.000 euro per un regista de La Gazette e 500 euro per un servizio DCP di Titra Film): I am Santi di Giacomo Abruzzi (Francia/Italia, 2021).

Premio del Pubblico Giovani (2000 euro di donazione dalla città di Montpellier): Blind Spot Lotfi Ashour; Menzione di T’embrasser sur le miel di Khalil Cherty (Francia, 2021).

Prix ​​Canal + (acquisto del film premiato per la messa in onda su Canal +): T’embrasser sur le miel di Khalil Cherty (Francia, 2021).

documentari

– Premio Ulysse (€ 2000 donazione Desipro e Montpellier Mediterranee Metropole Media Library Network): Little Palestine, giornale dell’ufficio di Abdullah Al-Khatib (Libano / Francia / Qatar, 2021); Un riferimento a Les Enfants Terribles di Ahmet Nysette Kubor (Francia/Germania/Turchia, 2021).

Borse di studio per aiutare lo sviluppo

Al progetto It’s a Sad and Beautiful World di Cyril Aris, è stato assegnato un contributo di 8.000 € assegnato dal CNC (Centro Nazionale per il Cinema e l’Immagine in Movimento) e 2.500 € in servizi forniti nell’ambito della post-produzione audio forniti da TITRAFILM, Regista e Georges Choucair, produttore, Abbott Productions (Libano). / Francia / Germania).

Un finanziamento di 4.000 euro assegnato dalla Regione Occitania e 5.000 euro in servizi nell’ambito della post-produzione assegnato da French Kiss Studio e Saraband, vengono presentati al progetto Promised Land di Inbar Horesh, regista e Alona Revoa, produttore, Green Productions (Israele).

Residenza scritta fornita dal Moulin Dandy Centre for Film Writing attribuibile al progetto Le rêve me tradito da Mohamed Chekhou, regista (Siria) e Camille Lamly, produttore, Les Films d’Ici (Francia).

Altri contributi

Residenza scritta presentata da Méditalents a LabMed 2022 e assegnata al progetto Heparin Killer da Serhat Karaaslan, Direttore (Turchia).

Residenza scritta a Moulin d’Andé-CÉCI assegnata per il progetto Spiing Cleaning da Marija Apcevska, Direttore (Macedonia del Nord).

Menzione speciale e shortlist sul programma di scrittura Le LabMed 2022 di Meditalents, Can’t Fly Far Anymore di Mourad Mostafa, Direttore (Egitto).

Il film kosovaro è l’anima di questo festival…

HIVE film kosovaro

SINOSSI DE HIVE

Marito Fahriya Scomparso dalla guerra del Kosovo. Oltre a questo lutto, la sua famiglia sta affrontando anche gravi difficoltà finanziarie. Per potersi mantenere, Fahrijia ha avviato una piccola azienda agricola. Ma nel tradizionale villaggio patriarcale in cui vive, la sua ambizione e le sue iniziative per svilupparsi con altre donne non sono viste con favore. Fahrijia lotta non solo per provvedere alla sua famiglia, ma anche contro una società ostile che cerca di abbatterla.

L’immagine di un regista di talento…

È stato questo film a colpire la testa all’American Sundance Film Festival, ma ha anche ottenuto un sostegno unanime a Montpellier. Basato su una storia vera poco dopo la guerra del Kosovo,Alveare” Racconta uno scenario che dipinge una società patriarcale, in cui si costituisce il ruolo della donna, su basi non più tradizionali, ma patriarcali.

la pellicola Blairta Pacholi, da Pristina in Kosovo, e ha vinto numerosi premi in diversi festival. Fhrij Houti La regista Blairta Pacioli, infatti, ha sentito parlare della sua storia in un servizio televisivo e ha incontrato questa donna. “Penso che sia l’immagine di una donna, che può essere sostanzialmente identica, in società diverse, che trova difficile cambiare le cose”, spiega per l’uscita di questo film prevista per la fine dell’anno.

Eric Fontaine

https://www.youtube.com/watch?v=GzGVouQD3fM

READ  Un motivo di orgoglio per Antoine Duchesne

You May Also Like

About the Author: Drina Lombardi

"Analista. Creatore. Fanatico di zombi. Appassionato di viaggi. Esperto di cultura pop. Appassionato di alcol."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *