Medef chiede “nuovo Bretton Woods”

Di fronte alla crisi sanitaria, l’EO ha chiesto un nuovo “Bretton Woods”, questo patto internazionale adottato nel 1944 che ha lanciato un nuovo ordine economico mondiale.

Di fronte alla pandemia di coronavirus che ha devastato l’economia del pianeta, il Movimento d’impresa francese (MEDEF) ha lanciato martedì in Italia un appello a una nuova “Bretton Woods” per una riprogettazione dell’ordine economico globale. “Crediamo che sia possibile ridefinire la governance internazionale nel nuovo ventunesimo secolo a Bretton Woods per affrontare le vere sfide del nostro tempo”, ha affermato Bernard Spitz, Presidente del Polo Internazionale ed Europeo del MEDEF, durante il Forum Interreligioso del G20 a Bologna (Nord).

È necessario “convincere i leader del G20 ad agire ora per uno sviluppo più inclusivo e sostenibile, per un mondo migliore”, come ha lanciato in un discorso dei capi di Stato e di governo dei Paesi più ricchi del mondo che si riuniranno. Il 30 e 31 ottobre a Roma. Bernard Spitz ha osservato che “nel 1944, i futuri vincitori della guerra si sono riuniti a Bretton Woods per pianificare un sistema di gestione finanziaria globale per prevenire il ripetersi delle crisi degli anni ’20 e ’30”.

Benefici per la crescita

“All’epoca non si parlava del distanziamento sociale. Si presumeva che la prosperità per alcuni alla fine avrebbe significato almeno una modesta prosperità per tutti”. Ha sottolineato che d’ora in poi sarà necessario integrare anche l’aspetto sociale, prima di ricordare la dichiarazione congiunta firmata da datori di lavoro e sindacati nel 2019 in cui si afferma che “l’economia globale non può essere inclusiva e sostenibile se esclude gran parte del popolazione dai benefici della crescita”.

READ  Acquisto Girondins: cosa sappiamo dei progetti scelti da King Street? - Girondino

“Il vertice del G20 in Italia non sarà una routine. Toccherà a loro” per “affrontare la situazione globale”, ha detto Bernard Spitz. La città americana di Bretton Woods (New Hampshire) ha dato il nome a una carta internazionale adottata il 22 luglio 1944 che ha lanciato un nuovo ordine economico mondiale del dopoguerra per promuovere la Ricostruzione.

You May Also Like

About the Author: Malvolia Gallo

"Appassionato di alcol. Piantagrane. Introverso. Studente. Amante dei social media. Ninja del web. Fan del bacon. Lettore."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *