L’Inter ha a sua volta preso di mira con una “indagine preliminare” su possibili potenziali frodi

L’Inter ha detto martedì che, a sua volta, prenderà di mira “un’indagine preliminare” su possibili frodi di trasferimento. La Juventus è già in linea di giustizia per dubbi simili.

Il campione italiano nerazzurro ha dichiarato di aver “presentato i documenti necessari per il trasferimento di alcuni calciatori nel corso delle stagioni 2017/2018 e 2018/2019” su richiesta della Procura di Milano, che ha effettuato le perquisizioni presso il club. Sede centrale.

Nell’ambito di questa “istruttoria”, la Procura vuole “verificare la regolarità del riconoscimento delle plusvalenze” derivanti da queste cessioni, spiega l’Inter, assicurando che “i bilanci del club siano redatti secondo i più rigorosi principi contabili”. Oltre agli uffici dell’Inter, la Guardia di Finanza ha recuperato documenti dalla sede della Lega Calcio, sempre a Milano, ha detto la Procura di Milano, che ha aperto questa istruttoria nei confronti di X per “comunicazioni fraudolente”.

Secondo l’agenzia italiana “Ansa”, l’importo complessivo delle plusvalenze realizzate dai tribunali è stato di circa 100 milioni di euro nelle due stagioni interessate. Si trattava di vendite di dieci giocatori. La stessa Federazione italiana, che ha recentemente avviato una propria indagine sulle plusvalenze, sta valutando misure per cercare di arginare gli abusi.

READ  Djokovic conferma la vittoria della Serbia sull'Austria

You May Also Like

About the Author: Fina Lombardi

"Fanatico della cultura pop. Ninja zombi estremo. Scrittore professionista. Esperto di Internet."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *