L’Afghanistan aspetta un nuovo governo

(Kabul) I talebani si preparano ad annunciare la formazione del loro nuovo governo, che non dovrebbe includere le donne, una prospettiva contestata giovedì da decine di donne afgane, illustrando le sfide che l’autorità dovrà affrontare.




David Fox con Cyril Bellud a Islamabad
Agenzia di media Francia

Secondo fonti talebane, i nuovi padroni del Paese potrebbero annunciare la formazione del loro governo subito dopo la preghiera del venerdì, pochi giorni dopo la partenza delle ultime forze Usa lunedì e la fine di una guerra ventennale.

Gli afgani e il mondo attendono con ansia la formazione di questo governo, che i talebani hanno ripetutamente promesso sarebbe stato “inclusivo”.

Il vice capo del loro ufficio politico in Qatar, Sher Mohammad Abbas Stanikzai, ha rinnovato questa promessa mercoledì in un’intervista alla BBC. Ma ha anche suggerito che “le donne non possono” essere nominate ministri o incarichi di alto livello, ma solo a livelli inferiori.

Emarginati durante la loro prima transizione al potere tra il 1996 e il 2001, il ruolo dei talebani dovrebbe essere seguito da una comunità internazionale consapevole della brutalità del loro regime in quel momento.

La loro rigorosa applicazione della legge islamica ha in particolare portato alla graduale scomparsa delle donne dagli spazi pubblici e alla persecuzione degli oppositori.

Circa cinquanta donne sono scese per le strade di Herat, la cosmopolita capitale dell’Afghanistan occidentale, giovedì per rivendicare il loro diritto al lavoro e la partecipazione delle donne al nuovo esecutivo, ha detto un giornalista dell’AFP.

I manifestanti hanno cantato all’unisono: “E’ nostro diritto avere istruzione, lavoro e sicurezza”. “Non abbiamo paura, siamo uniti”.

READ  Afghanistan: Biden dice ancora che spera di terminare le evacuazioni prima del 31 agosto

In un’intervista all’Agence France-Presse, Basira Taheri, una degli organizzatori della manifestazione, ha espresso rammarico che “sono in corso trattative per formare un governo, ma non si parla della partecipazione delle donne”.

società più liberale

“Vogliamo che i talebani si consultino con noi”, ha aggiunto. “Continueremo le nostre manifestazioni, sono iniziate a Herat e presto si diffonderanno in altre province”.

Questo tipo di espressione pubblica di malcontento è una novità per i talebani, che durante il loro precedente regime hanno spietatamente soppresso qualsiasi opposizione.

Ciò indica che dovranno adattarsi a una società afgana che è diventata più liberale e aperta al mondo esterno negli ultimi 20 anni.

Tra i 123mila afgani e stranieri fuggiti dall’Afghanistan nelle ultime settimane grazie a un ponte aereo organizzato dall’Occidente, è stata la prima giornalista afghana a rilasciare un’intervista in diretta a un funzionario talebano.

L’ancora per il canale privato Tolo News dell’Afghanistan, Beheshta Arghand, è fuggita in Qatar, temendo per la sua vita mentre gli islamisti prendevano il controllo del paese.

“Voglio dire alla comunità internazionale: per favore fate qualcosa per le donne afghane”, ha detto mercoledì all’AFP.

I talebani cercano da diverse settimane di mostrare un volto più moderato e aperto, per garantire il rispetto dei diritti delle donne. Ma per ora, queste dichiarazioni faticano a persuadere.

Nelle ultime settimane, i talebani hanno stabilito contatti in particolare con esponenti dell’opposizione afghana, come l’ex presidente Hamid Karzai o l’ex vicepresidente Abdullah Abdullah. Ma nulla è penetrato nelle loro vere intenzioni nei loro confronti.

Secondo Tolo News, il leader dei talebani, il mullah Hebatullah Akhundzadeh, eserciterà l’autorità suprema come leader religioso del Paese. Ma la responsabilità di guidare il governo sarà affidata a qualcun altro. Il cofondatore del movimento, Abdul Ghani Baradar, dovrebbe occupare una posizione importante all’interno del ramo esecutivo.

READ  La Camera dei Rappresentanti adotta il disegno di legge di riforma della polizia

economia rovinata

Questo governo dovrà affrontare una seria sfida: ricostruire un’economia devastata da due decenni di guerra e largamente dipendente dagli aiuti internazionali, che è stata in gran parte congelata da quando i talebani hanno preso il potere il 15 agosto.

Questa è la preoccupazione numero uno per le strade di Kabul. “Con l’arrivo dei talebani, è giusto dire che c’è sicurezza ma gli affari sono sotto lo zero”, ha detto all’AFP Karim Jan, un commerciante di elettronica.

“Il crollo dell’economia e la mancanza di servizi colpiranno la gente molto presto, e le vostre armi e i vostri metodi violenti non avranno alcun effetto sulla resistenza e sulla rabbia della gente. Mercoledì il vicepresidente uscente Amrullah Saleh, nemico dei talebani che si è rifugiato nella Valle di Banshir, dove si è formato un movimento di resistenza alla nuova autorità, ha avvertito: È solo questione di tempo, niente di più.

I talebani dovranno trovare urgentemente fondi per pagare gli stipendi dei dipendenti pubblici e mantenere in buono stato le infrastrutture critiche (acqua, elettricità, comunicazioni).

Le Nazioni Unite temono una “catastrofe umanitaria” in Afghanistan e un “crollo completo dei servizi di base”.

I talebani devono anche dimostrare di avere l’esperienza per governare il paese, poiché decine di migliaia di afgani, spesso tra i più istruiti e qualificati, sono fuggiti dall’Afghanistan da quando sono saliti al potere.

Una delle loro priorità sarà la riabilitazione dell’aeroporto di Kabul, che è fondamentale per trasportare il sostegno medico e umanitario di cui il Paese ha bisogno.

In risposta a una domanda dei talebani, il suo ministro degli Esteri, Mohammed bin Abdul Rahman Al Thani, ha dichiarato giovedì che il Qatar sta lavorando per riaprire “il prima possibile”, sottolineando che “non c’è ancora un accordo”.

READ  Ospedali traboccanti ad Haiti: 'La situazione è travolta da noi'

“Siamo ancora nella fase di valutazione. Non c’è una chiara indicazione di quando sarà pienamente operativo, ma stiamo lavorando sodo. “Ha detto che le discussioni includono anche la Turchia per vedere “se può fornire assistenza tecnica in questa fase”.

You May Also Like

About the Author: Rico Alfonsi

"Appassionato pioniere della birra. Alcolico inguaribile. Geek del bacon. Drogato generale del web."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *