La stampa non è stata gentile con questo film, eppure è un successo su Netflix!

Quando l’opinione della critica è diversa da quella degli spettatori. Dal 28 settembre gli abbonati Netflix possono (ri)scoprire il film Uomini in Nero: Internazionale. Dai un’occhiata a Will Smith e Tommy Lee Jones, in questo spin-off delle tre parti precedenti del franchise cinematografico Uomini in neroChris Hemsworth e Liam Neeson interpretano gli agenti H e Grand T dei MIB di Londra. Vent’anni fa, a Brooklyn, ancora una bambina Molly (Tessa Thompson), frequentava discretamente la commissione Men in Black, senza che la sua memoria si fosse cancellata. Nel presente, la giovane, da sempre affascinata dai fenomeni extraterrestri, diventa l’Agente M. Inviata all’Agenzia di Londra, deve collaborare con l’Agente H per indagare su un misterioso omicidio che li porta a Marrakech, e poi in Italia, dove scoprono che una talpa si è infiltrata nell’organizzazione segreta.

Un film che non ha soddisfatto la stampa

Uscito nel 2019 nelle sale cinematografiche, questo lungometraggio che Will Smith non voleva apparire pensando a questo Bastano tre film.e questo è, ‘Indipendentemente dal privilegio’dalla sua uscita N. 3 nella classifica dei film più visti su Netflix Francia. Tuttavia, alla partenza Uomini in Nero: Internazionale Non ha davvero battuto gli specialisti, come dimostrano le rassegne stampa che ho pubblicato costumeche ha anche menzionato a Voto 2,3 su 5 stelle. Come abbiamo visto rapidamente, rapidamente dimenticatoE il “È bello chiedere ma è troppo poco”E il “Divertente ma non accattivante”E il Niente aiuta: ci annoiamoun Riavviare Non ha senso-Possiamo leggere?

Continuando sotto questo annuncio

Un riferimento a Will Smith e Tommy Lee Jones

Con un fatturato di soli 80 milioni di dollari attraverso l’Atlantico per un budget di 110 milioni, spera di sfruttare una nuova vena epica Uomini in nero Sono rimasti delusi, anche se il film ha falsificato a livello internazionale ($ 174 milioni). Una grande delusione, dopo un difficile servizio fotografico segnato da numerose riscritture della sceneggiatura e dei dialoghi, ma anche una guerra di vanità tra regista e produttore. Tuttavia, tutti erano d’accordo su un punto: l’accenno nel film a Will Smith e Tommy Lee Jones, che appaiono come gli agenti J e K, che salvano il mondo, su un dipinto a olio trovato nell’ufficio dell’agente Grand T, interpretato da Liam Neeson.

READ  James Marsden turned down the role of Magic Mike, fearing he would be an `` extra player running in the series ''

L’articolo è stato scritto in collaborazione con 6Medias.

You May Also Like

About the Author: Drina Lombardi

"Analista. Creatore. Fanatico di zombi. Appassionato di viaggi. Esperto di cultura pop. Appassionato di alcol".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.