La scienza del fuoco al servizio della sicurezza antincendio

La scienza del fuoco al servizio della sicurezza antincendio

Nel 2023 i vigili del fuoco hanno effettuato quasi 300.000 interventi antincendio in edifici residenziali, industriali o commerciali. Questo è un grosso problema. La fiamma è l’incertezza. La scintilla nasconde segreti inquietanti. Fortunatamente esiste la scienza che doma questo sconosciuto. Fire Science, che serve le parti interessate del settore edile, gli operatori e i comitati di sicurezza. Daniel Guyot, Presidente del Gruppo Efectis, ci illumina…

Padroneggia il fuoco attraverso un senso di innovazione

In caso di incendio, questa porta tagliafuoco sarà efficace? Il sistema è adatto? Come si comporterà il materiale? Modellazione 3D! Efectis riproduce un piccolo pezzo di mondo, virtualmente, allontanandosi dalla realtà per ritornarvi meglio. Con più fiducia. Se necessario, eseguiremo test fisici. Ciò che conta è la precisione. Sì, esiste davvero una scienza del fuoco. È una scienza sperimentale che avanza negli incidenti menzionati qua e là. È anche una scienza responsabile, che abbraccia gli sviluppi normativi. impatto È senza dubbio il suo miglior promotore. La sua missione? Valutazione delle prestazioni antincendio e certificazione dei prodotti da costruzione in Francia, Paesi Bassi, Turchia e Regno Unito.

E a capo c’è Danielle Guyot. Quest’uomo non solo mantiene viva la fiamma di un’azienda pionieristica, ma è anche esperto presso la Corte d’appello di Parigi. Cause, conseguenze e responsabilità: Dopo l’incendio dirige la giustizia. In Efectis, i suoi team esaminano la prestazione al fuoco dei prodotti da costruzione, in particolare per quanto riguarda la conformità della marcatura CE, i sistemi (raggruppando più prodotti insieme, come una facciata in cui ogni elemento svolge un ruolo specifico) e l’azienda nel suo insieme. Ogni componente deve soddisfare i più severi requisiti di sicurezza.

READ  AQUAGYM: l'HIIT in acqua ripristina mobilità e qualità della vita

Sii garante in ogni caso

L’attuale contesto normativo, pur necessario, può apparire particolarmente evoluto e complesso. Daniel Guyot chiede lo sviluppo di standard di sicurezza con nuove tecnologie e materiali di costruzione. Tuttavia, i testi normativi faticano ad adattarsi ai cambiamenti. Efectis offre quindi alternative e strumenti di ingegneria della sicurezza antincendio per affrontare queste sfide. È sufficiente garantire flessibilità e accuratezza delle valutazioni in condizioni reali. Ogni edificio deve essere in grado di fornire un livello ottimale di sicurezza contro i rischi di incendio.

In qualità di organismo di certificazione, Efectis garantisce il rispetto degli standard europei e internazionali. Efectis, che in Francia è approvato dal Ministero degli Interni da più di cinquant’anni, lavora su un’ampia gamma di progetti, comprese le infrastrutture critiche, come strutture di trasporto e persino centrali nucleari. La partecipazione del gruppo al progetto Flamanville EPR è altamente simbolica a questo proposito. In questo contesto, Efectis è certificata secondo la norma ISO 19443. La conoscenza delle questioni di sicurezza nucleare è necessaria dopo l’intervento in un impianto critico per la sicurezza, come gli elementi di zonizzazione del settore. .

Sarebbe difficile elencare i progetti iconici che hanno portato al successo Effectis. Non c’è dubbio che la Fondazione Louis Vuitton ne sia un esempio eloquente. Il mix di materiali utilizzati nella progettazione dell’edificio e la complessità nel separare l’interno dall’esterno hanno sollevato una serie di problemi in termini di sicurezza antincendio. La missione dell’Ictis? Aiutare il proprietario del progetto e le aziende partecipanti a utilizzare soluzioni compatibili ed efficaci. successo.

Facciamo sempre il possibile per analizzare i dettagli costruttivi e comprendere i fenomeni per assicurarci di poterli controllare il più possibile.

Daniel Guyot, Presidente del Gruppo Effectis

Le sfide continue per la sicurezza antincendio

Nonostante tutti i progressi, il numero degli incendi rimane elevato. Diversi fattori spiegano questo fenomeno. Innanzitutto, le ragioni economiche: i proprietari e gli operatori degli edifici potrebbero essere riluttanti a investire in miglioramenti costosi. Quindi i prodotti e le modalità operative cambiano più rapidamente dei testi legali. Infine, è importante notare che non sempre gli incendi possono essere controllati, nonostante le migliori misure di prevenzione.

READ  A Puy de Dome, un laboratorio per comprendere meglio le nuvole

Di fronte a questa constatazione, Effectis sta conducendo test sui sistemi di stoccaggio dell’energia, ad esempio, o sul trasporto e l’utilizzo dell’idrogeno, per comprendere e anticipare nuovi rischi. Il fascino e l’ansia per il fuoco rimangono, ricordandoci l’importanza dell’umiltà di fronte all’imprevedibile. È bene precisare, a questo proposito, che Efectis non si limita a valutare e certificare i prodotti. L’azienda è impegnata anche nell’istruzione e nella formazione. Molti degli ingegneri del gruppo hanno esperienza universitaria e sono attivamente coinvolti in programmi di formazione.

Il 29 maggio 2024, il Gruppo Efectis ha riorganizzato il proprio capitale con l’ingresso dei fondi France Nucléaire e Bpifrance, consentendo al team di gestione di accedere al capitale e segnando l’uscita del fondo FDI olandese. Un’operazione volta a sostenere il Gruppo nel suo continuo sviluppo in Francia e a livello internazionale.

You May Also Like

About the Author: Malvolia Gallo

"Appassionato di alcol. Piantagrane. Introverso. Studente. Amante dei social media. Ninja del web. Fan del bacon. Lettore".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *