La Mano di Dio di Paolo Sorrentino | Netflix suscita indignazione in Italia per l’offerta teatrale in calo

La decisione dell’ultimo minuto di Netflix di ridurre il numero di copie del lungometraggio da 400 a 250 la mano di Dio (Era la mano di Dio) di Paolo Sorrentino fa infuriare molti modelli della categoria “Art house”, che vengono improvvisamente privati ​​di un grande reddito atteso.


Andre Duchesne

Andre Duchesne
Giornalismo

Film Sorrentinogrande bellezzae Gioventù), che rappresenta l’Italia nella corsa agli Oscar per il miglior film internazionale, proiettato in 250 sale con l’aiuto del distributore locale Lucky Red. Questa versione precede l’arrivo del film di tre settimane in flusso sulla piattaforma Netflix. Dopo essere stati improvvisamente privati ​​della versione che si aspettavano, alcuni operatori junior hanno espresso la loro rabbia.

secondo varioAndrea Uchipenti, direttore di Lucky Red Media, ha affermato che un tale accordo per 400 copie del film non è mai esistito. “Non abbiamo mai firmato un accordo del genere”, afferma Andrea Uchipenti. L’uscita di 250 copie non è una piccola uscita. “

Con Filippo Scotti, Tony Servillo, Teresa Sabonangelo, la mano di Dio È un toccante racconto autobiografico in cui il regista racconta come è stato salvato dopo una fuga di monossido di carbonio perché era andato a vedere una partita di calcio. I suoi genitori sono morti in questo incidente.

Il film ha vinto il Leone d’Argento alla Mostra del Cinema di Venezia a settembre. È programmato per essere mostrato in alcuni cinema il 3 dicembre in Quebec per essere trasmesso su Netflix il 15 dicembre.

You May Also Like

About the Author: Drina Lombardi

"Analista. Creatore. Fanatico di zombi. Appassionato di viaggi. Esperto di cultura pop. Appassionato di alcol."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *