La guerra in Ucraina | L’ergastolo del primo soldato russo condannato è stato ridotto a 15 anni di carcere

(Kiev) Un tribunale di Kiev ha annunciato venerdì che l’ergastolo per un soldato russo condannato a maggio per l’omicidio di un civile in Ucraina è stato commutato in appello a 15 anni di carcere.

Inserito alle 7:30

“Il ricorso della difesa è stato parzialmente soddisfatto. Sentenza della Corte […] La Corte d’Appello di Kiev ha affermato in una dichiarazione che la nuova condanna era di “15 anni di carcere”.

Il sergente Vadim Chichimarin, 21 anni, ha ammesso di aver sparato a Oleksandr Chelipov, un civile di 62 anni, nel nord-est del paese durante i primi giorni dell’invasione dell’Ucraina da parte dell’esercito russo il 24 febbraio.

Si è dichiarato colpevole ed è stato condannato il 23 maggio a crimini di guerra e omicidio premeditato.

Vadim Chichimarin ha detto in tribunale di aver agito sotto la pressione di un altro soldato quando ha cercato di fuggire in Russia con un’auto rubata con altri quattro soldati.

Questo soldato, originario di Irkutsk in Siberia, ha “chiesto perdono” alla vedova del signor Chelipov durante un breve scambio con lei in un’aula di tribunale di Kiev a maggio.

È interessante notare che le forze russe sono accusate di aver commesso crimini di guerra e violazioni da parte delle autorità ucraine, soprattutto durante l’occupazione delle vicinanze della capitale, dalla quale si sono ritirate alla fine di marzo.

Kiev li ha anche accusati di detenzione arbitraria e tortura nei territori che occupano nell’Ucraina meridionale.

READ  Trump dice che Putin "non lo farebbe mai" se fosse al potere

You May Also Like

About the Author: Rico Alfonsi

"Appassionato pioniere della birra. Alcolico inguaribile. Geek del bacon. Drogato generale del web".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.