La Germania controlla anche ChatGPT – EURACTIV.com

La Germania controlla anche ChatGPT – EURACTIV.com

La Germania, come altri Paesi europei, sta conducendo un audit sull’utilizzo dei dati privati ​​da parte del bot di intelligenza artificiale ChatGPT, e ha quindi rivolto una serie di domande all’azienda americana che lo ha progettato, riferendosi lunedì (24 aprile) ai suoi dati commissario di tutela.

Vogliamo sapere se è stata effettuata un’analisi dell’impatto sulla protezione dei dati e se i rischi per la protezione dei dati sono sotto controllo.Marit Hansen, commissario regionale per la protezione dei dati per il Land dello Schleswig-Holstein (Nord), ha spiegato ad AFP.

La signora Hansen ha affermato che diverse autorità regionali tedesche per la protezione dei dati hanno inviato nei giorni scorsi una serie di domande alla società statunitense OpenAI, lo sviluppatore di ChatGPT, a cui dovrebbe essere data risposta entro l’11 giugno.

“Chiediamo a OpenAI informazioni su questioni che derivano tutte dal Regolamento generale europeo sulla protezione dei dati (GDPR)”e aggiunge.

Una volta trattati i dati personali dei cittadini europei, deve essere rispettata la normativa europea sulla protezione dei dati.La signora Hansen insiste.

In base alle normative europee, le autorità tedesche vogliono verificare se OpenAI informa adeguatamente le persone i cui dati sono utilizzati da ChatGPT che loro “Hanno diritti, ad esempio per accedere, correggere o addirittura cancellare i propri dati”. Dovrebbe anche Spiega come questi diritti possono essere implementati.spiega il commissario.

Sono stati richiesti chiarimenti anche in merito al trattamento dei dati relativi ai minori.

Alla fine di marzo, l’Italia ha bandito ChatGPT a causa di preoccupazioni sull’utilizzo dei dati. Da allora il Garante per la protezione dei dati personali italiano ha chiesto a OpenAI di fornire garanzie sulla protezione dei dati personali al fine di revocare questo divieto.

READ  Mamba: Un'operazione speciale contro Santolo? | Gabonreview.com

Anche Spagna e Francia hanno lanciato misure di monitoraggio ChatGPT per proteggere i dati personali. L’Unione europea ha avviato un gruppo di lavoro per rafforzare la cooperazione europea in materia.

ChatGPT sta alimentando dibattiti sulla protezione dei dati in Europa

Il recente divieto di ChatGPT in Italia e le incombenti questioni di protezione dei dati relative al chatbot di intelligenza artificiale (AI) in Germania hanno scatenato un dibattito a livello europeo tra coloro che sono entusiasti dello strumento e coloro che ne temono lo sviluppo.

You May Also Like

About the Author: Malvolia Gallo

"Appassionato di alcol. Piantagrane. Introverso. Studente. Amante dei social media. Ninja del web. Fan del bacon. Lettore".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *