La città della gastronomia vista dalla stampa estera

Progettare un luogo di tale importanza nel cuore di una città con un grande patrimonio come Digione è stata una sfida molto difficile, ed è stata gestita brillantemente, secondo me.“emozionato Daniel Zabala, giornalista italiano del quotidiano Avvenirche ingoia una buona dozzina di puma e si delizia con le uova sode.

Per lui non c’è guerra tra gastronomia francese e italiana, e quindi ci crede Gli italiani saranno felici di scoprire la conoscenza locale. “La cucina francese e italiana è molto complementare. In Italia diamo grande importanza alla tradizione mentre in Francia la cucina è più moderna, quindi è molto interessante per gli italiani scoprire questo famoso “pasto francese”! Inoltre, Digione è facilmente raggiungibile da Parigi e può ampliare le nostre destinazioni di vacanza in Francia.

Lo splendore della gastronomia francese

Stephanie Markert della radio pubblica tedesca ARD come pensato così Il carattere “UNESCO” può attirare turisti da tutto il Reno. “Digione ha il doppio del sigillo dell’UNESCO: per il pasto francese e per il clima borgognone, il vino e il cibo attirano molti tedeschi. Tanto più che in Germania facciamo molto spuntino e non necessariamente abbiamo più pasti veri, quindi questo ci permetterà di riscoprirli.‘, lei ride.

giornalista tedesco Apprezziamo molto anche la ristrutturazione del vecchio ospedale. “La Cité è riuscita a preservare il fascino e l’autenticità del luogo modernizzandolo come dovrebbe essere.“D’altra parte, si rammarica che alcuni spazi espositivi, come la sala dei dolci, siano decollati”.Ci sono torte enormi ma sono tutte di cartone o cartone, peccato.

Mario Sirinelli de La Repubblica, anche l’italiano è d’accordo con questa affermazione. “Peccato che le ciambelle siano finte perché a noi piace prenderle e sgranocchiarle, non ci accontentiamo. Ma mi è piaciuto entrare in un panino gigante, è un vero piacere.

READ  Grenoble. Nuovo aperitivo italiano in via Belgrado

Rinnovo riuscito

È venuto appositamente per i luoghi: “È una piccola città nella città, ha molto successo. Mi ricorda la ristrutturazione dell’Hôtel-Dieu a Lione tranne che qui ci concentriamo sullo stomaco e questo mi sta beneRide, un bicchiere di vino in una mano e una lumaca nell’altra.

Tutti questi corrispondenti esteri all’unanimità: Loderanno il posto Incoraggiare i loro connazionali a venire a scoprire Digione.

You May Also Like

About the Author: Malvolia Gallo

"Appassionato di alcol. Piantagrane. Introverso. Studente. Amante dei social media. Ninja del web. Fan del bacon. Lettore".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.