Inseguire le zanzare per evitare la febbre dengue

Come ogni anno, con il ritorno della stagione degli uragani, vengono nuovamente attuate le misure di controllo delle zanzare.

Da luglio e dalle prossime settimane, l’Agenzia sanitaria regionale, il Centro di controllo delle zanzare CTM ei comuni stanno lavorando insieme per informare la popolazione e prevenire così le malattie trasmesse principalmente da due specie: Culex e Aedes Aegypti.

Oggi il convoglio “Stop the Mosquitoes” ha fatto tappa a Schulcher.

Le forti piogge di agosto sono particolarmente favorevoli all’allevamento delle zanzare. Questi ultimi sono portatori attivi di dengue, chikungunya e Zika.

È quindi necessario ricordare le misure per eliminare i siti di riproduzione delle larve di zanzara. “Ogni volta ci viene chiesto di chiedere se c’è una fumigazione. Quello che vogliamo capire è eliminare i terreni di riproduzione. Nelle cucine, nei bagni, nelle grondaie e nei sottobicchieri”Robert Besson, un agente per il controllo delle zanzare nel dipartimento della salute/ambiente di Schulcher.

La piattaforma allestita questa mattina a Schelcher ha permesso di scoprire il tasso di riproduzione di questi insetti portatori di malattie e di segnalare i siti da osservare.

“Il periodo di tempo necessario alle zanzare per crescere è molto breve. Ci vogliono 7 giorni. Mi è stato detto che dovresti evitare tutto ciò che è acqua stagnante per evitare che le zanzare depongano le loro larve”indica un passante che si è fermato alla piattaforma ARS.

La carovana prosegue domani nei comuni della Martinica.

READ  Il direttore scientifico di Po riconosce di essere stato allertato dal 2019 per accuse di incesto contro Olivier Duhamel

You May Also Like

About the Author: Malvolia Gallo

"Appassionato di alcol. Piantagrane. Introverso. Studente. Amante dei social media. Ninja del web. Fan del bacon. Lettore".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.