Il presidente argentino cerca sostegno per le sue trattative con il Fondo monetario internazionale

Da sudouest.fr con AFP

Il presidente argentino Alberto Fernandez, a Roma per il vertice del G20, ha lanciato un’offensiva diplomatica in vista dell’incontro di sabato con l’amministratore delegato del Fondo monetario internazionale, nel mezzo delle trattative per la rinegoziazione del debito sudamericano. .

Alberto Fernandez avrebbe dovuto incontrare Kristalina Georgieva dopo una serie di incontri bilaterali con i leader dei 20 Paesi più ricchi del mondo nella capitale italiana.

Incontrerà il presidente argentino Emmanuel Macron, il cancelliere tedesco Angela Merkel, il primo ministro spagnolo Pedro Sanchez, il presidente del Consiglio europeo Charles Michel e il presidente della Commissione europea Ursula von der Leyen.

“prendersi la responsabilità dei danni”

L’Argentina spera di fare progressi nei negoziati con il Fondo monetario internazionale (FMI) per una ristrutturazione del debito di 44 miliardi di euro.

Prima della sua partenza, il leader peronista ha avvertito che l’Argentina “non si inginocchierà” davanti al FMI, e ha insistito sul fatto che era indiscutibile concludere un accordo che “lascerebbe gli argentini sul campo”.

Il presidente argentino chiede al Fondo monetario internazionale di “assumersi la responsabilità dei danni” che ha causato, come ha detto lui, concedendo nel 2018 al governo dell’ex presidente Mauricio Macri (2015-2019) un prestito di 57 miliardi di dollari, un registrare l’importo per l’organizzazione.

L’Argentina paga al FMI 19,3 miliardi di dollari

L’Argentina ha ricevuto solo 44 miliardi di dollari perché quando è entrato in carica nel dicembre 2019, Alberto Fernandez ha rinunciato agli ultimi pagamenti. Alla fine di settembre, Buenos Aires ha fissato una scadenza di 1,9 miliardi di dollari.

READ  Un nuovo portale per le carte virtuali

In totale, il Paese sudamericano dovrà versare al Fmi, tra capitale e interessi, 19,3 miliardi di dollari nel 2022, 19,5 miliardi di dollari nel 2023 e 4,9 miliardi di dollari nel 2024, secondo le stime del ministero. Economia.

Entro il 2020, il paese aveva rinegoziato con successo 66 miliardi di dollari di debiti secondo il diritto straniero e 41,7 miliardi di dollari per il diritto nazionale. Ha inoltre raggiunto a fine giugno un accordo con i creditori del Club di Parigi per rimborsare l’ultima rata di circa 2,4 miliardi di dollari di debito che il Paese sudamericano ha negoziato nel 2014.

You May Also Like

About the Author: Malvolia Gallo

"Appassionato di alcol. Piantagrane. Introverso. Studente. Amante dei social media. Ninja del web. Fan del bacon. Lettore."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *