‘Ho ereditato qualcosa’: orgoglio di Mick Schumacher, promosso pilota di riserva Ferrari nel 2022

Suo padre Michael ha vinto cinque dei suoi sette titoli mondiali (dal 2000 al 2004) con i colori della squadra italiana. Quindi è difficile negare il pedigree della scorsa settimana, quando Mick Schumacher è stato nominato pilota di riserva della Ferrari per la prossima stagione di Formula 1.

In un’intervista al Frankfurter Allgemeine, l’atleta 22enne, che gareggia ad Haas, ha parlato di questa promozione. “Sono felice di trovare il confronto con mio padre, anche se preferisco tracciare il mio percorso”, ha detto Mick Schumacher. Mi è stato detto che siamo simili. Sono sbalordito dall’energia e dalla forza che mio padre ha usato per vincere gare e campionati del mondo. Può ancora concentrarsi al 100%. Penso davvero di aver ereditato qualcosa del genere. “

La prima stagione di Schumacher in prima divisione si è rivelata poco brillante. Né fallito né davvero incoraggiante. Proprio come i suoi inizi di carriera nelle categorie precedenti. Il tedesco è arrivato 19° e penultimo nella classifica finale e non ha ottenuto punti al volante della sua vettura estremamente debole. La migliore prestazione per una persona che si è distinta in numerosi incidenti – oltre quattro milioni di euro di danni alla sua vettura – è stata dodicesima. Il team principal della Ferrari Mattia Binotto ha confermato di “aver fatto bene e progredito, non solo in termini di costanza ma anche di velocità”.

“Approfitta del 2022 per passare a una grande squadra”

Le sue ambizioni, tuttavia, sono ipotizzate per il 2022 e gli anni a venire. “Vogliamo una macchina all’altezza del compito, in costante lotta per i punti. Il mio sogno è giocare per il campionato. Non è realistico, ma se non lo volessi non sarei tagliato fuori dalla F1. voglio approfittare del 2022 per avanzare per una grande squadra. Questo è il mio obiettivo”.

READ  Insomma un uomo, CF Montreal soddisfatto del pareggio

Mick sostituirà i proprietari della Ferrari in caso di malattia o infortunio durante 11 dei 23 Gran Premi previsti per il prossimo anno, in alternanza con l’italiano Antonio Giovinazzi. Tuttavia, gli stagni della Scuderia non dovrebbero diventare immediatamente liberi. Il pilota monegasco Charles Leclerc ha un contratto fino alla fine del 2024. Lo spagnolo Carlos Sainz Jr. ha firmato fino alla fine del 2022 ed è previsto un prolungamento.

Durante la sua intervista alla stampa tedesca, la giovane fotografa ha fatto riferimento anche al documentario uscito lo scorso dicembre da Netflix e dedicato a suo padre: “Erano attaccati a mostrare il suo lato umano, oltre che il suo successo. Penso che sia molto bene. Ma allo stesso tempo, è stato molto difficile per me guardarlo. Mostra quanti sentimenti ha questo film e le emozioni che provoca. Michael Schumacher è ora in coma profondo da più di otto anni dopo una sciata orribile incidente a Méribel.

You May Also Like

About the Author: Fina Lombardi

"Fanatico della cultura pop. Ninja zombi estremo. Scrittore professionista. Esperto di Internet."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *