Gli ultimi giorni della mostra di Botticelli al Musée Jacquemart André TTTT Magazine

Fino al 24 gennaio 2022, il Museo Jacquemart André ospiterà la mostra “Botticelli – Artista e Designer” che mette in luce il viaggio di una delle principali figure del Rinascimento italiano.

La nostra fuga continua nel cuore del Quattrocento, dopo la tranquilla Venezia ei suoi tesori, ci fermiamo ora in Toscana insieme a Botticelli, il principale rappresentante del genio di Firenze. La mostra si svolge in questo delizioso luogo Hôtel Jacquemart-André, situato in Boulevard Haussmann, e mostra Alessandro Filippi Det Botticelli non solo come pittore ma anche come designer.

La regola di Parigi, attribuita alla bottega di Sandro Botticelli (tra il 1485 e il 1488)

L’Atelier: centro e cuore della creazione

Nel XV secolo come oggi, lo studio rimane il rifugio creativo degli artisti. È più di un semplice negozio con vetrina, entra anche in uno spirito del tutto coerente con il suo ambiente, dove apprendisti e professori dialogavano e quindi si univano nell’arte e nella tecnologia. Botticelli, con la sua personalità versatile e multidisciplinare, ne è uno dei migliori testimoni. Questo spirito creativo si formò, secondo lo scrittore Giorgio Vasari, nell’argentiere dal quale imparò a disegnare. In seguito entrò nella bottega di Flippo Lipi, ma partì per Spoleto, cosa che spinse Sandro Botticelli ad aprire una propria bottega intorno al 1467. La fine del XV secolo fu un periodo di fermento artistico ed economico, in cui l’artista si trovava a opera. Il Laboratorio sviluppa uno stile personale, attingendo alla lezione dei suoi contemporanei come Andrea del Verrocchio. Il suo approccio si rivelò un vero capovolgimento nel 1480 con Madonna con il libro.

Signora del Libro (1480-1481)
Arazzo della Minerva del Pacifico (tra il 1491 e il 1500)

Venere, un racconto senza tempo

Con uno spirito umano segnato dalla sollecitudine dei signori, la Casa Medici prese la sua ala Botticelli dal 1870. Diventando molto rapidamente uno dei principali artisti del suo tempo, gli ordini aumentarono di dieci volte man mano che Botticelli sviluppò modelli e simboli che avrebbe riutilizzato nelle sue opere. Il fiore in particolare, figura centrale che lo accomuna in tutte le sue forme e adorna le più belle dimore dell’aristocrazia. Uno dei dipinti più famosi che rappresentano questo soggetto è sicuramente il ritratto di Simonetta Vespucci, la stessa Simonetta che servirà da modella per la nascita di Venere, ed è anche a capo di questo straordinario gruppo. Da non perdere.

Jacquemart-André Sito web del museo

READ  offerte di lavoro | studio legale

You May Also Like

About the Author: Malvolia Gallo

"Appassionato di alcol. Piantagrane. Introverso. Studente. Amante dei social media. Ninja del web. Fan del bacon. Lettore."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *