Franch Comte. I ricercatori stanno pubblicando una mappa delle stelle più vicine alla Terra

un Nuovo catalogo Star Il più vicino, che si trova a meno di 10 computer di distanza dal sole, è stato pubblicato sul Journal of Astronomy and Astrophysics e sarà l’argomento “riflettori” della rivista. Il catalogo Sviluppato da un team internazionale di ricercatori della Franca Contea dell’Istituto Utinam e Irap, contiene 540 stelle, nane brune e pianeti extrasolari in 339 sistemi.

Evidenzia la ricchezza e la diversità del quartiere solare con stelle di vari tipi, masse, dimensioni, temperature ed età.

Stelle la maggior parte del tempo

Queste stelle sono principalmente stelle, la stragrande maggioranza (61%) di loro sono nane rosse e sono il tipo più comune di stelle nella Via Lattea, ma sono anche un numero sorprendente di nane brune ed esopianeti. Questo censimento aggiornato rivela un’alta frequenza di più sistemi (28%).

L’aggregazione si basa sui dati della letteratura e contiene anche fotometria e Astronomia ad alta risoluzione L’ultima pubblicazione di Gaia, “Gaia Early Data Release 3”, l’ha data a quasi due terzi delle stelle.

Completato per un conteggio completo di 10 pezzi, incluse stelle luminose, compagni in sistemi multi-stellari, nane brune e pianeti extrasolari.

Laboratorio unico

Altri parametri, come i tipi spettrali e le velocità radiali, vengono presentati insieme a un elenco di riferimenti per facilitare studi futuri. Grazie alla loro vicinanza e alla capacità di essere osservate con precisione, le stelle vicine formano a

Un laboratorio unico per la nostra comprensione della fisica stellare e galattica. Questo elenco riflette il più fedelmente possibile lo stato attuale della nostra conoscenza del quartiere solare.

Standard per professionisti e dilettanti

Fornisce stelle di riferimento che possono essere utilizzate per identificare campioni di calibrazione per future osservazioni dettagliate utilizzando gli strumenti più attuali e futuri. Ha anche un grande potenziale per gli astronomi dilettanti e il pubblico in generale.

READ  Questo è il sistema a tema creato sullo sfondo di Android 12

Lo studio esplora anche come questo elenco si evolverà nei prossimi anni nel contesto dei grandi telescopi spaziali e terrestri.

Tra realtà e fantascienza, i sistemi planetari vicini sono i più facili da setacciare i segni vitali e potrebbero un giorno essere gli obiettivi primari dei viaggi spaziali dell’umanità.

You May Also Like

About the Author: Adriano Marotta

"Pluripremiato studioso di zombi. Professionista di musica. Esperto di cibo. Piantagrane.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *