Firma del Trattato di Verdun

Il trattato di Verdun, firmato nell’843 tra i figli superstiti di Ludovico il Pio, segnò la divisione dell’impero carolingio e pose fine all’universalità del titolo imperiale. Da questa divisione, diversi secoli dopo, sarebbe nato il Regno di Francia.

Il Trattato di Verdun fu firmato nell’843 tra i suoi tre figli sopravvissuti Ludovico il PioFiglio Carlo Magnomorto nell’840. pose fine a un conflitto derivante dall’impossibilità dei fratelli di acconsentire alla registrazione dell’ereditàImpero carolingio alla morte del loro padre.

Bisogna tornare indietro di qualche anno per capire le origini di queste dispute successorie. Luigi il Bello, succeduto al suo illustre padre nell’814, fu incoronato imperatore a Reims nell’816. Ebbe tre figli: Lotario, Pipino e Luigi il Germanico. Poi si pone la questione della successione, questione cruciale nel contesto imperiale.

Nell’817, Lotario fu designato come il principale successore di Luigi il Bello per privilegio Ordinatio Empiri. Questo documento è un compromesso tra la tradizione franca dell’equa divisione degli eredi e il concetto universale dell’indivisibilità del titolo imperiale. Dopo essere stato posto sotto il potere del fratello, Pipino riconquistò i ducati di Aquitania e Luigi, le terre di Baviera.

Un fratello dilaniato dall’impero di Carlo Magno

Tuttavia, un evento mette in discussione questa distribuzione. Irmengard, moglie di Ludovico il Pio, morì nell’818. L’anno successivo, Ludovico il Pio si risposò con Giuditta di Baviera. Due figli di questa unione, tra cui Carlo, nacquero nell’823. Quindi il re dovette ripensare alla sua successione. Non esita a dotare di ricchezza il figlio più giovane, a volte a spese dei suoi anziani. Ad esempio, nell’832 Pipino 1 fu saccheggiatoVersetto delle sue terre in Aquitania e lo concesse a Carlo. Lutero vede la sua eredità frammentata e debole. Poi decise di contrattaccare: radunando i suoi fratelli alla sua causa e ottenendo l’appoggio del papa. Riuscì così a deporre il padre nell’833. Nel frattempo, Giuditta e Carlo furono rinchiusi in un monastero.

READ  Saldi di fine anno: enorme vendita di giochi per PS4 e PS5 nel PS Store

Ma la storia non finisce qui. Rovesciando l’alleanza, Luigi e Pipino si riavvicinarono al padre e parteciparono attivamente al suo ritorno al trono nell’834. Solo allora la moglie e il figlio minore riconquistarono la libertà. Le tensioni si calmarono e aprirono la strada alla riconciliazione nell’838. Questo riavvicinamento non durò però a lungo: Pipino IVersetto Morì nel settembre 838, costringendo l’anziano re a riconsiderare la sua successione. Dopo la nuova spartizione dell’839, il re morì l’anno successivo.

Alla morte del figlio di Carlo Magno, questi litigi riprendono e si trasformano in scontro armato. Sostenuto dal suo status di primogenito, Lotario rivendica la successione e raduna Pipino II, figlio di Pipino I, alla sua causa.Versetto. Louis Le Germanic e Charles Le Chauve si uniscono quindi per affrontare le ambizioni del fratello. La loro alleanza trionfò: sconfissero Lotario e Pipino II durante la battaglia di Fontenoy en Pusaye nell’841. L’alleanza di circostanza divenne un’alleanza formale con la Sezione di Strasburgo nel febbraio 842; I due re giurano assistenza reciproca incondizionata. Quindi Lotario non ha altra scelta che arrendersi alle forze armate combinate dei suoi studenti.

Divisione dell’impero carolingio

Lotario, Luigi il Germanico e Carlo raggiunsero un accordo che si concretizzò con il trattato di Verdun. Questo trattato ratifica la divisione dell’impero del loro avo ed elimina così l’universalità del titolo imperiale.

  • Carlo eredita la Francia occidentale: il territorio si estende sui ducati di Aquitania, Guascogna, Settimania e parte della Borgogna, Neustria e Navarra. Questa regione è l’origine del Regno di Francia.
  • Luigi il tedesco ottenne la Francia orientale, spesso chiamata Germania, l’embrione del futuro sacro Romano Impero.
  • Lotario riceve la metà della Francia, che si estende dalla Lotaringia alla Provenza e alla Lombardia.
READ  Alleanza di diversi studi indipendenti per diventare un editore

Se Lotario conservava il titolo imperiale, la realtà era ben diversa. Controlla solo un lungo territorio stretto tra la ricca Francia occidentale di Carlo il Calvo e le terre a est di Luigi il Germanico. L’unità territoriale dell’impero di Carlo Magno cessò di esistere. Rispettando la legge franca sulla divisione delle terre tra i figli del re.

La frammentazione del territorio continua nella seconda metà del IXH secolo. Alla morte dei figli di Lotario, Luigi il Germanico e Carlo il Calvo si spartirono le terre di Lotaringia, Provenza e Regno d’Italia. Questa divisione tripartita dell’Impero carolingio dimostra l’influenza territoriale di quelle che sarebbero diventate Francia, Italia e Germania. Il titolo imperiale ereditato da Carlo Magno scompare alla morte di Lotario. Due nuove potenti entità sembrano affermarsi: la Francia occidentale di Charles Le Chauve e la Germania di Louis.

You May Also Like

About the Author: Adriano Marotta

"Pluripremiato studioso di zombi. Professionista di musica. Esperto di cibo. Piantagrane".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *