Eurovision 2021: “L’Italia non ha rubato la vittoria”, stima Delphine Ernotte

Sabato sera l’Eurovision ha avuto una delle sue notti più pazze in sessantacinque anni di storia. Con una suspense irrespirabile, un profumo di scandalo e una fuga senza precedenti. Era addirittura domenica mattina: allo 0h50 i 5,5 milioni di francesi si riprendono a malapena dalla sconfitta sul filo, per 25 piccoli punti, di Barbara Pravi, battuta a Rotterdam (Olanda), quasi al fotofinish, dall’italiana rocker di Maneskin: 524 punti contro i 499 di lei. La migliore performance francese da trent’anni!

Ma un’immagine live furtiva sta diventando virale sui social media. Twitter si accende come raramente tra l’una di notte e le due di notte: il cantante transalpino, in attesa dei risultati nella “Green Room” dei candidati, fa uno strano gesto abbassando la testa prima di respirare il dito. Una polvere bianca nascosta sotto il tavolo? O solo ubriachezza avanzata? L’eccitazione è tale da suscitare imbarazzo nell’organizzazione della competizione. Durante la conferenza stampa, il cantante Damiano David nega categoricamente qualsiasi consumo di droga e si dichiara pronto a sottoporsi a un test.

All’Eurovision tutto è politico. Durante la serata Emmanuel Macron aveva incoraggiato, poi si è congratulato per il suo secondo posto Barbara Pravi, che questa domenica sui social gli ha risposto con un simpatico “Grazie m’sieur Presidente”. Il ministro degli Affari Esteri, Jean-Yves Le Drian, invitato da RTL, ha commentato questa domenica: “Spetta alla commissione etica dell’Eurovision decidere se c’è un problema. Non voglio interferire in questa giuria, non è di mia competenza. L’Eurovision è responsabile dell’onore di questa competizione, e se c’è bisogno di test, lo faranno. “

Questione di stato? Non proprio. “Qualunque sia il risultato del test, la Francia non ha alcuna intenzione di sporgere denuncia”, avverte Delphine Ernotte. Il capo di France Télévisions, che gestisce la delegazione francese e presiede l’Unione europea di radiodiffusione (EBU), è un buon giocatore. “Il voto è estremamente netto a favore dell’Italia. Non le ha rubato la vittoria e questo è ciò che conta. L’Eurovision è una competizione sana, senza un grosso problema, con molto fair play e amicizia tra le squadre e dobbiamo mantenere quello spirito. Vogliamo vincere, ma saremo felici di andare in Italia il prossimo anno. E vinceremo la fiera. “

READ  Euro 2020 | I Montreales festeggiano la vittoria dell'Italia

Sul posto sono stati trovati vetri rotti

Secondo le nostre informazioni, l’EBU, organizzatore del concorso, ha tuttavia preso molto sul serio la questione e ha chiamato la delegazione italiana a rendere conto non appena è venuta a conoscenza della controversia. “Il gruppo, la loro direzione e il capo della delegazione ci hanno detto che un bicchiere era rotto al loro tavolo e che era stato pulito dal cantante”, ha detto l’EBU in un comunicato domenica. L’EBU può confermare che lì sono stati trovati vetri rotti. Il corpo ha chiesto al musicista di fare una proiezione ma non è riuscito a trovare un laboratorio disponibile a Rotterdam durante la notte. “Siamo consapevoli della speculazione che circonda le immagini dei vincitori italiani”, spiega nel suo comunicato stampa. La cantante si sottoporrà a un test di screening volontario dopo essere arrivata in Italia questa domenica sera.

Se quest’ultimo è positivo, il gruppo hard-rock può essere squalificato e cedere la vittoria alla Francia? No. Nell’Eurovision Song Contest è stabilito che tutte le delegazioni devono rispettare “i valori della concorrenza”, in particolare l’assenza di pubblicità del marchio e posizione politica. «Ma sulla droga non c’è niente e il caso italiano è il primo nella storia dell’Eurovision, analizza Stéphane Chiffre, presidente degli Eurofans francesi. Le rare volte che c’è stato un downgrade, è stato a causa di un problema di voto, nient’altro. La strategia dell’EBU è ancora quella di proteggere il suo marchio, ma se il cantante italiano viene trovato drogato, probabilmente finirà con una multa. La Francia non vincerà sul tappeto verde. “

You May Also Like

About the Author: Cosimo Fazio

"Evangelista di zombi. Pensatore. Creatore avido. Fanatico di Internet pluripremiato. Fanatico del web incurabile."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *