Euro 2021: Locatelli-Berardi, il «Sassuolo Connection» dell’Italia

Non giocano per Juventus, Inter, Milan o Napoli, i club che tradizionalmente costituiscono il grosso del quadro della Squadra Azzurra. Ma Manuel Locatelli (23) e Domenico Berardi (26) formano il “Sassuolo Connection” con Giacomo Raspadori (21) di questa Italia ringiovanita e conquistatrice. Non necessariamente previsto all’inizio di questo Europeo, Locatelli, che ha beneficiato dell’infortunio del parigino Verratti e Berardi, che sembrava destinato a un ruolo ombra alle spalle di Chiesa (Juventus), è esploso sullo schermo nel 1° turno. Il centrocampista e attaccante è uscito da una stagione molto convincente con i colori neroverdi del club emiliano, a lungo anonimo ma ora portato dalla fortuna della famiglia Squinzi, (gruppo Mapei) e in campo, da allenatori patrocinanti una certa idea del gioco.

Le prestazioni dell’elegante Locatelli, lavatrice in mezzo, capace di proiettarsi in avanti e con un gioco pulito (92% di passaggi riusciti) contro Turchia e Svizzera (raddoppiata con un passaggio di… Berardi) dove è stato eletto migliore in campo , infiammata l’Italia che tiene “il suo nuovo Pirlo”. Convocato per la prima volta alle selezioni da Roberto Mancini nel settembre 2020, è una delle rivelazioni di questo girone d’andata. Dopo un promettente esordio a 18 anni al Milan, Locatelli è stato ceduto in prestito al Sassuolo nel 2018 da Leonardo, allora direttore sportivo del club lombardo.

La Juve vuole Locatelli

L’opzione di riscatto è stata fissata in 10 milioni di euro. Locatelli che vuole lasciare il Sassuolo, ora è stimato in 40 milioni di euro e il suo euro aumenterà ulteriormente il suo rating. Secondo la stampa transalpina, è la Juventus ad essere in pole position su questo dossier. Ma i corteggiatori non dovrebbero mancare. Lo scorso maggio Locatelli ha citato il PSG. “Sì, il PSG è allo stesso livello degli altri, è il top del mondo! Ci sono gli italiani, ma anche Neymar e Mbappé, che sono tra i cinque migliori giocatori al mondo. Il PSG ha l’immagine di un grande club in una città molto grande. “

READ  Trump valuta la grazia per i figli e Giuliani - Ultima Ora

Arrivato nell’ottobre 2020 al Sassuolo, Maxime Lopez, l’ex centrocampista dell’OM dipinge un ritratto ditirambico del compagno di squadra. “E’ un po’ più giovane di me, eppure è molto maturo nel suo gioco, sottolinea Lopez su Eurosport. È il mezzo dell’italiano, mi ricorda Pirlo nei suoi gesti. Gioco corto, gioco lungo… Può fare tutto. Difensivamente, è anche molto forte. Ha anche questa capacità di adattarsi alla posizione in cui è allineato. È uno che lavora molto e che ha saputo correggere i suoi errori nel tempo. Quando è arrivato al Sassuolo ha avuto un click che gli ha permesso di capire i requisiti di altissimo livello. Oggi senti la maturità. “

Domenico Berardi ha gestito due assist contro Turchia (dove è impegnato su 3 reti) e Svizzera. Il capitano del Sassuolo (238 partite, 86 gol e 56 assist in Serie A con il suo club di sempre), che ha trascinato a lungo un personaggio un po’ troppo cruento si è ambientato e finalmente sembra affermarsi con la selezione dove è stato lanciato di Mancini il 1 giugno 2018. Quello che l’Italia aspettava da tempo. Anche lui potrebbe uscire dalla sua comfort zone e dal suo bozzolo del Sassuolo tentando un’avventura all’estero, soprattutto in Premier League. Si stima in 50 milioni di euro.

In attesa di Raspadori

“In questa stagione ha letteralmente portato la squadra, spiega Maxime Lopez su Eurosport. È il nostro capo tecnico. È decisivo, ma fa anche la partita. È un giocatore che difende molto e che dà l’esempio in campo. Nello spogliatoio c’è qualcuno un po’ matto. Crea l’atmosfera, fa un sacco di battute. In campo è molto tranquillo ed è un vero capitano per noi. “

READ  Ancora neve, gelo e pioggia: l'allerta meteo si è prolungata

Se Locatelli è in equilibrio con Verratti per questa partita contro l’Austria, ha già fissato una data per gli anni futuri. È già un leader in questa bella nuova Italia. E dietro Locatelli e Berardi, loro compagno di squadra nel Sassuolo, punta il naso il 21enne Giacomo Raspadori, che esce dalle speranze europee e dalla lista a sorpresa dei 26 (15 minuti di gioco contro il Galles).

You May Also Like

About the Author: Cosimo Fazio

"Evangelista di zombi. Pensatore. Creatore avido. Fanatico di Internet pluripremiato. Fanatico del web incurabile."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *