Djokovic e Verstappen presidenti, 15° per la Francia OK, Leon Coe… I nostri top e i nostri fallimenti nel weekend sportivo

Insieme a – Trova i top e gli slip del weekend sportivo premiati dalla redazione sportiva di Le Figaro.

picchi

Djokovic, un eroe santo
Piaccia o no, tutti sono d’accordo sul fatto che Djokovic sia un eroe straordinario. Ha mostrato a Percy una santa resilienza, appena due mesi dopo la più grande delusione della sua carriera. Drenando completamente la pressione, è arrivato alla finale degli US Open contro Daniil Medvedev. Spazzando in tre set, aveva visto volare i suoi sogni sul calendario del Grande Slam. Molti avrebbero impiegato molto tempo per riprendersi da questa delusione. non lui. Dopo 50 giorni senza competizione, è tornato in battaglia.

Se non ha sempre giocato al meglio ai Rolex Paris Masters, ti abbiamo ricordato cosa diavolo poteva essere come concorrente. Quattro match (Monfils si ritira ottavo) e tre vittorie in tre set. Con ogni prima sconfitta. Poi parte la macchina vincente. A farne le spese in finale è stato il suo carnefice a New York Medvedev (4-6 6-3 6-3). Djokovic dopo aver imposto la sua natura precipitandosi con successo in rete. Settimana perfetta. Così, il serbo ha ampliato la sua lista di dischi e ha guarito la sua popolarità. Domenica abbiamo sentito di piùNol, Nol“a partire dal”Daniel, DanielleQualcosa che scaldi il cuore di qualcuno che vuole essere amato come Roger Federer e Rafael Nadal.

Il quindicesimo esce per la Francia dalle grinfie di Pumas
Shock per iniziare il tour autunnale. I Pumas hanno affrontato il vendicatore dopo aver perso contro i Blues nell’ultimo Mondiale. Un vero e proprio crash test per le forze di Fabian Gallagher che sicuramente sono state speronate, a tratti tremavano pesantemente, ma non tremavano (29-20). Non tutto è andato bene, l’accordo Jalibert-Netamak non ha funzionato, ma le basi ci sono.

Habs ha vinto la sua prima accoglienza da un paese del sud dall’arrivo del nuovo equipaggio. Buon auspicio prima di confrontarsi con i georgiani che conosciamo così bene nella Top 14. È una semplice formalità? Non necessariamente, cancellerà la piccola malizia e acquisirà competenza per competere con i formidabili All Blacks. È tra un paio di settimane ma arriverà molto rapidamente.

Verstappen e la dimostrazione
Signor 50%. In Messico, l’olandese ha siglato il nono successo stagionale in diciotto gare. Imbarazzato. Questa vittoria l’ha ottenuta all’inizio. Terzo in rete, è scattato perfettamente, ha sfruttato l’aspirazione e ha fatto un’ottima prima frenata per uscire dalla prima curva. Da quel momento in poi, i carichi sono stati sollevati e ha dovuto solo coprire la strategia di Lewis Hamilton per strappare la sua 19esima vittoria in carriera. Max Verstappen parte con 19 punti di vantaggio sul britannico del Messico (classifica qui). Un weekend quasi perfetto, verificato anche dal ritorno della Red Bull in Mercedes ai costruttori. Gli austriaci sono a un solo punto dalla nazionale tedesca, grazie al terzo podio di Sergio Perez, terzo consecutivo.

READ  Steve Curry's ankle injury is not thought to be serious, says Steve Kerr

Paris Saint-Germain: Neymar trova il colore
Neymar Jr sta bene, grazie per questo. Comunque sta migliorando. Diciamolo chiaro, il 29enne nazionale brasiliano è stato irrequieto nelle ultime settimane. Incentrato su una serie di recensioni. Leonardo li ha trovati.ingiustificatoNon lo erano, è chiaro che il trend è in miglioramento da tempo: mercoledì scorso, a Lipsia (2-2), “Ney” ha mostrato davvero la sua costanza.

Lo ha riportato sabato, segnando il successo a Bordeaux (2-3), con l’efficienza in più. La sua doppietta, i suoi primi due gol nella partita di questa stagione. Due occhi luminosi meritanogiocatore di livello mondiale‘, ha affermato con ammirazione il presidente del Bordeaux Gerard Lopez.L’inizio è stato complicato, ma siamo riusciti a reagire prontamente grazie a Ney, che ha segnato due gol molto belli, e non era affatto chiara la loro posizione.“Gretts Eric Jr. Dina Ibembe. Il 20enne ha aggiunto:Ci ha consolatoNeymar e i parigini sono più che mai in classifica dopo la tredicesima giornata.

Rugby: i blu attaccano forte
Prima che le azzurre dominassero i Pumas sabato sera (29-20), le 15 ragazze francesi sono partite alla perfezione per il loro tour autunnale del curry sudafricano (46-3) a Vannes. Un vero romanzo XV de France femminile, ma rinnovato, che ha segnato sette tentativi contro Women Boks, è stato rapidamente messo in ombra e limitato. Alla fine della partita, le due squadre si sono lanciate in una danza infuocata sul prato di Rabin. Ma per i Blues, la parte più difficile deve ancora venire con una doppia resa dei conti contro la Nuova Zelanda, campione del mondo: il 13 novembre a Pau e poi il 20 novembre a Castries. Uno sconto di tutt’altro calibro.

Basket a Parigi, una festa in casa!
Se avevano vinto il loro primo successo Betclic Elite a Cholet, i giocatori di basket di Parigi stavano ancora aspettando di festeggiare la vittoria su Halle Carpentier. Implementato. E che vittoria! La nascente lanterna parigina ha vinto la classifica prima della settima giornata su Elie Okubo (24 punti) e sul campione francese in carica Asvel (83-79). “vittoria pazzesca“Ismail Kamagati ha acceso un microfono sport in franciaChe divide 16 punti. Kyle Allman ha segnato 21 punti. 15 di Johann Bejarin, redatto dai Boston Celtics lo scorso giugno. Gli uomini di Jean-Christophe Pratt potrebbero aver beneficiato di un po’ di decompressione da parte di Villeurbanne, che in Eurolega sta ottenendo ottimi risultati. Tuttavia, questa vittoria è la loro vittoria. Colgono l’occasione per rinunciare al posto di Lanterna Rossa ad Orléans, mentre Asville punta al quarto posto, vittoria del capitano Boulogne Levallois, e con lo stesso record di Strasburgo e Monaco (5 vittorie, 2 sconfitte), battuti domenica a Bourg-en -Bresse (88-63).

READ  "Voleva picchiarmi", "No, è lui": Gomez Gasperini, scontro in piazza

flop

Barcellona viziata.. in attesa di Xavi
La fine della carestia per il Barcellona? Memphis e colleghi ci hanno creduto fino alla fine della sospensione di gioco e Iago Aspas ha pareggiato per il Celta Vigo, sabato, a Vigo (3-3), durante la tredicesima giornata del campionato spagnolo. L’ex Lionese ha segnato in questo incontro, così come Serge Busquets e Ansu Fati, quest’ultimo fuori per infortunio. Nota negativa per la serata. Non sono il solo. In vantaggio per 3-0 nel primo tempo, i catalani pensavano di aver fatto la parte difficile. manca. Nell’ultima partita agli ordini dell’allenatore ad interim Serge Barguan, in attesa che Xavi Hernandez subentrasse effettivamente, il Barcellona è tornato ai suoi dubbi con questa doppietta di Iago Aspas e questo gol di Nolito. Il Barcellona, ​​rimasto in tre partite senza successo nella Liga, ha mantenuto il nono posto in classifica. Da notare che l’Atlético, campione uscente, ha lasciato perdere qualche punto alla fine della partita: Antoine Griezmann e compagni hanno condotto 3-1 alla fine dei tempi regolamentari prima di essere raggiunti dai padroni di casa di Valencia (punteggio finale 3- 3).

OL scogliera, sopraffatto, umiliato a Rin
Non c’era nessuna foto domenica a Roazon Park. Lo Stade Rennes ha lavorato poco con il Lione (4-1) alla fine della 13a giornata di Ligue 1. Ancora una volta, Anthony Lopes ha consegnato la prima divisione. Altrimenti il ​​conto poteva/avrebbe dovuto essere più alto…”Se fossimo stati in vantaggio solo 1-0 nel primo tempo, siamo stati fortunati, avremmo potuto essere 4-0 nell’intervalloRayled Peter Boss, ha riassunto così: “Siamo stati cattivi”. Presentato agli uomini di Bruno Genesio, ex allenatore del club OL, con i gol firmati da Gaetan Laborde e Hamari Traore e una doppietta di Adrien Troffert. Il Lione ha salvato l’onore alla fine della partita su calcio di rigore, di Lucas Paqueta, ma ha lasciato la Bretagna con grandi dubbi dopo questa pessima prestazione.

In classifica, il Rennes (22 punti) è ora quinto e torna dopo Lens (secondo, 24 punti), Nizza (terzo) e Marsiglia (quarto, 23 punti). Il Lione è scivolato al settimo posto, con lo stesso numero di punti del Montpellier (6, 19 punti), vincitore a Nizza (0-1).

READ  Giro di Spagna: La vendetta di Magnus Cort Nielsen

‘Incubo’ per Quartaro in Portogallo
Fabio Quartararo ha fatto il suo debutto campione del mondo domenica sul circuito del Grand Prix in Algarve. E le cose non sono andate come previsto… Partito al settimo posto, il 22enne francese non è riuscito a riprendersi ed è finito cadendo al 20° giro. partire di. “Non stavamo andando abbastanza veloci, e su una pista come questa è difficile tornare indietro quando non ti qualifichi. Non devi commettere errori per tornare e hai fatto molti errori, incluso l’incidente. Non so perché sono caduto ma è così, è un peccato. È una gara dove avrei potuto divertirmi e alla fine è stato un incubo più che altroirrompere. L’italiano Francesco Bagnaia, secondo in campionato, è stato colui che ha vinto il Gran Premio dell’Algarve, la penultima gara dell’anno.

Stade Français chi vince perde
Come si perde una partita dopo aver segnato quattro tentativi? I parigini distribuivano le istruzioni per l’uso il sabato da Jean Bowen. Dominio nel gioco ma cronica mancanza di disciplina per fornire 21 punti ai marcatori del Montpellier. Chi ha segnato alla fine della partita il suo unico tentativo, una vittoria 27-31. Per una sconfitta di due punti (bonus offensivo e difensivo, raro, esempio precedente risalente al 2019 e Castres-Tolosa) amara per i soldatini rosa. “Si sono nutriti dei nostri errori. Facciamo molti errori ai bambini, ha lamentato la metà parigina, Arthur Covel. Oggi non perdiamo la partita del Montpellier, la perdiamo contro di noi. In attacco raramente abbiamo avuto linee così buone, ma in difesa, dopo tre partite di gioco, hanno preso ogni volta un rigore. È orribile perdere così.»

Il Giappone oscuro a Dublino
Sulla scia del Mondiale, il Giappone ha fatto un passo avanti? C’è da stupirsi visto il calo ottenuto sabato a Dublino dai giapponesi contro il 15° di Clover (60-5). Gli irlandesi erano troppo motivati ​​e vendicativi dopo l’ultima sconfitta in Coppa del Mondo contro i Cherry Blossoms (19-12). E i compagni di squadra di Jonathan Sexton hanno completamente soppresso i loro avversari, segnando nove tentativi! Una partita a senso unico… I giapponesi dovranno fare i conti con il mediocre portoghese prima di affrontare la Scozia, squadra che hanno battuto anche due anni fa nelle finali dei Mondiali. XV du Chardon che sarà anche troppo zelante e vendicativo. Per una nuova sconfitta per i giapponesi?

You May Also Like

About the Author: Fina Lombardi

"Fanatico della cultura pop. Ninja zombi estremo. Scrittore professionista. Esperto di Internet."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *