Continua la morte di Jean-Marie Straub, regista in cerca

Dopo aver concluso sessant’anni di cinema contro molti formati, Jean-Marie Straub si è spento il 20 novembre all’età di 89 anni. Leaves Filmography è l’apice assoluto di fuori forma, co-firmato con il compianto Daniel Helett.

Il loro lungometraggio del 1968 Wanted to Decide. Tuttavia, è stato applaudito dal brindisi di Flair. Poco male: la borghesia voleva la cultura, lui gliela dava. nel 1970, Daniele Hillett E il Jean Marie Straub filmato Gli occhi non vogliono essere sempre chiusi dove Forse un giorno Roma si permetterà di scegliere. Il titolo si pronuncia come alessandrini. Era un adattamento illustrato di Pierre Corneille come se fosse la sua commedia Otto più accurato. Un adattamento detto per lo più da traduttori italiani con tono un po’ distorto, raccontato molto velocemente, sui colli di Roma con i rumori della città in sottofondo. scandalo tra il pubblico. Leggi “Il monologo suicida contro la vita” Telerama. Come disse Claude Marie Termes: “La buona satira è molto rara!” Jean Narboni, V Quaderni cinematograficiHa sottolineato la “sterilizzazione di ogni retorica” ​​nell’opera di questo film, spiegando anche che il suo articolo aveva lo scopo di “facilitare la penetrazione del film negli strati di intellettuali piccolo-borghesi disposti ad aderire alle posizioni marxiste”.

Parlare di Jean-Marie Straub, e cominciare da Daniel Helett, che ha firmato con lui tutti i suoi film fino alla sua morte nel 2006, rende obbligatorio testimoniare con migliaia di pagine scritte su ciò che hanno filmato. Al momento della valutazione, la loro filmografia è un top fuori formato. Quindi qualcosa di prezioso in sé. La stragrande maggioranza dei loro film non ha lungometraggi. Tutti mirano a fornire agli ascoltatori testi letterari spesso coinvolgenti. La maggior parte di queste cose cinematografiche si distingue per la sobrietà ferrea: il più delle volte mirano a non presentare allo spettatore immagini già pronte, per permettergli di realizzare il proprio film nella sua testa. O per lasciargli prendere tutto ciò che ritiene opportuno da ciò che gli dà. per averlo lasciato partire con un pezzo di musica classica di Pierre Corneille. Qualcosa che lo accompagna un po’, forse sta crescendo dentro di lui, forse è curioso.

READ  XIXA è in "In My Room", il concerto in scatola

Il famoso film del 1968, che ha ricevuto molti commenti, Cronaca di Anna Magdalena Bach, esegue questa funzione. Mostra principalmente la musica di Johann Sebastian Bach interpretata in scatti in bianco e nero. Convocando il compositore da sua moglie, e questo, ovviamente, non lo vediamo nell’immagine, ma lo sentiamo nella voce.spegnendoSu date sulla musica. Spaziatura e missaggio: c’è un po’ di tutto. A metà del film, la telecamera inquadra un cantante, che interpreta un meraviglioso brano musicale. Senza che il piano si avvicini troppo, abbiamo tutto il tempo per osservare i movimenti della sua bocca in azione, masticando le note dello spartito. È molto bello. Come si chiama questo brano musicale di Johann Sebastian Bach? Wikipedia non è stata ancora indagata su questo tema. Da un lato, spesso ce la cantiamo l’un l’altro, questa musica.

Anche il lavoro linguistico è stato molto importante nei film di Daniel Hilet e Jean-Marie Straub. Nel 2001 è uscito il loro lungometraggio operai e contadini. Vediamo, per due ore, interpreti che leggono un testo di Elio Vittorini in un bosco. Un testo che evoca una comunità – forse non fittizia – fondata da uomini e donne nell’Italia del secondo dopoguerra, nel tentativo di reinventare le relazioni. Si consiglia di parlare italiano prima di confrontarsi con questo film, in modo da immergersi completamente nella lingua della sceneggiatura. Sembra che gli stessi principi fossero all’opera, in una forma o nell’altra, anche nel lungometraggio Morte di Empedocle dove Quando la terra torna verdeadattato dall’opera teatrale di Friedrich Hölderlin e uscito nel 1987. Soprattutto nel loro film Antigone Rilasciato nel 1992, Daniel Helett e Jean-Marie Straub hanno lavorato sulla lingua tedesca con l’obiettivo di presentare ” Escursione in lingua tedescaNota dichiarata in Telerama poi. Il testo dell’opera di Sofocle, nella traduzione di Friedrich Hölderlin, doveva tener conto del lavoro che Bertolt Brecht aveva fatto su di esso.

READ  Il presidente del club del Lione ammette che i tifosi non sosterranno la loro opposizione alla Premier League

Gli altri loro lungometraggi sono incentrati su Franco Fortini (Fortini / Kanyerisalente al 1976), o la musica di Arnold Schoenberg (Mosè e Aronne, pubblicato nel 1975). Altri ancora sono figurativi, ma anche molto sobri, come AmericaRapporti del capitoloAdattato da Franz Kafka e girato nel 1984. Alcuni registi seguono le loro orme in un modo o nell’altro: Christophe Merliot, Christophe Atabekian… nel 1999. Applausi Sicilia!Citato ancora da Elio Vittorini. In occasione un’intervista nel filmato Enrock Nel 2001, Jean-Marie Stroup ha sostenuto che se questo film ha funzionato, è stato perché alla borghesia piaceva seguire un eroe che stava facendo un viaggio introduttivo. ” Dopotutto, non possiamo scacciare la borghesia dai suoi viziHa finito.

È ancora difficile scrivere e sistemare le cose sui film di Daniel Hillet e Jean-Marie Straub perché sembrano essere in movimento, tanto da chiedere di considerare i tanti commenti che sono stati prodotti. La maggior parte della loro cinematografia è stata pubblicata su DVD da Éditions Montparnasse, di cui siamo molto grati. I loro film possono essere trovati in una raccolta intitolata “Cinema Gesture”. Cosa aggiungi?

*

Immagini: manifesti di film d’epoca Sicilia! / Mosè e Aronne / America – Rapporti del capitolo / Antigone

You May Also Like

About the Author: Drina Lombardi

"Analista. Creatore. Fanatico di zombi. Appassionato di viaggi. Esperto di cultura pop. Appassionato di alcol".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.