Come ha fatto Marte a trasformarsi da pianeta umido in deserto ghiacciato?

Da qualche parte in passato, Marte ha subito un importante cambiamento climatico. Lo trasformiamo da ambiente caldo e umido all’ambiente freddo e secco che conosciamo oggi. Gli astronomi hanno puntato a lungo il dito contro l’anidride carbonica (CO .).2). Ora ritengono che un’altra componente dell’atmosfera possa aver svolto un ruolo più importante.

Sarai anche interessato


[EN VIDÉO] 15 cose da sapere su Marte
Mentre ci sono 3 missioni attualmente in rotta verso Marte, ti invitiamo a saperne di più sul Pianeta Rosso. Ecco 15 cose da sapere su Marte.

Oggi sembra che Marte sia diventato Deserto freddo e secco; Ma circa 3,5 miliardi di anni fa – o poco più – lo è atmosfera Era abbastanza caldo da permettere all’acqua liquida di fluire sulla superficie del pianeta. Nel 1972 fu la missione Mariner 9 a rivelare per la prima volta paesaggi su Marte costellati di antichi bacini fluviali. Per decenni, i ricercatori hanno accumulato prove a sostegno di questo. Tuttavia, non conoscevano ancora il motivo di questo cambiamento.

È generalmente accettato che l’esaurimento dell’atmosfera marziana in Diossido di carbonio (Ko2) ha causato questa straordinaria essiccazione di pianeta rosso. ma, Ricercatori dell’Università di Chicago (USA) suggerisce che il passaggio da un pianeta caldo e umido a un pianeta freddo e secco potrebbe essere il risultato della perdita di un altro componente dell’atmosfera. Quale ? La domanda rimane.

I ricercatori hanno studiato migliaia di foto restituite da molti Missioni lanciate su Marte Negli ultimi anni. Hanno analizzato come i corsi dei fiumi si sovrappongono e come sono alterati. Tutto per ricostruire la storia del Red Planet River negli ultimi miliardi di anni. Con l’idea di combinare queste analisi e simulazioni delle condizioni climatiche. Determinare cosa corrisponde meglio alle osservazioni fatte da strumenti che hanno sorvolato Marte.

READ  Patch Genshin Impact Update 1.6 pubblicato questo mercoledì 9 giugno - Breakflip

Un obiettivo migliore per i pianeti abitabili

Nel processo, i ricercatori hanno realizzato un cambiamento nella quantità di anidride carbonica2 – un forti gas serra, lo sappiamo solo bene: nell’atmosfera di Marte le condizioni climatiche del pianeta rosso non sono cambiate a sufficienza. In altre parole, CO2 Non sembra essere il principale motore della transizione bagnato/asciutto avvenuta su Marte. Potrebbe essere intervenuto un altro fattore importante. Ha aggiunto: “Non sappiamo quale sia questo fattore, ma deve essere presente in grandi quantità per spiegare i risultati”. »afferma Edwin Kite, geofisico dell’Università di Chicago, in A comunicazione.

Sembrano esserci diverse soluzioni alternative. Il primo è quello proposto dagli stessi ricercatori lo scorso anno. avendo uno strato di Nuvole Magro e ghiacciato in alto nell’atmosfera di Marte che intrappolerebbe il calore. Altri scienziati hanno suggerito che l’idrogeno rilasciato dall’interno del pianeta potrebbe aver reagito una volta con l’anidride carbonica2 nell’atmosfera da assorbire luce infrarossa e riscaldando il pianeta.

Il rover di perseveranza, che attualmente sta vagando per la Terra del Pianeta Rosso, potrebbe fornire ulteriori prove che almeno aiuterebbero ad eliminare alcune ipotesi. Come i ricercatori sanno, per un pianeta, mantenere condizioni stabili – e favorevoli alla vita – per milioni o addirittura miliardi di anni non è un’impresa facile. Risolvere il mistero del prosciugamento di Marte potrebbe eventualmente consentire loro di prendere di mira esopianeti abitabili potenzialmente migliori.

Interessato a quello che hai appena letto?

You May Also Like

About the Author: Adriano Marotta

"Pluripremiato studioso di zombi. Professionista di musica. Esperto di cibo. Piantagrane".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.