Ciclismo. Brieuc Rolland brilla in Italia – Ciclismo



“Nicolas (Rousset Favier) ha attaccato il secondo climber perché nessuno stava viaggiando con noi in fuga. Ho fatto la pausa. Quando ha fatto 50 metri e ho visto che nessuno poteva andare, ho attaccato a mia volta. Non sapevamo dove ci avrebbe portato. Ma ci siamo sentiti molto forti. Abbiamo visto che non stavamo perdendo troppo tempo in salita e che stavamo recuperando un po’ di tempo in discesa. Ho attaccato molto duramente l’ultima salita, Nicolas non poteva seguirmi. In cima ero avanti di 1’40. È stata un’esplosione di gioia perché ho capito che era stata vinta. “

60 terminali separati

Dopo 60 chilometri di fuga di cui 16 in solitaria, Brieuc Rolland (UC Briochine) ha vinto venerdì la prima tappa del Giro della Lunigiana con la maglia della squadra francese, cogliendo nel contempo la casacca di leader. Purtroppo nella mezza tappa di sabato pomeriggio si è rotto all’ultimo chilometro della salita finale, lasciando la maglia al compagno di squadra Lenny Martinez, vincitore della finale.

In Italia, ha trovato lì un terreno preferito. “Brevi salite da 3 a 4 km e asciutte per uno scalatore di pugni con una corsa faticosa”, spiega il Morlaisien. È stato difficile perché dopo questa prima fase gli italiani hanno stretto un’alleanza contro di noi. Quando siamo entrati in un colpo, ha gridato “Fronte!” “.

Una gara per dare fiducia a Brieuc e alla squadra francese, il cui obiettivo è l’Europeo di venerdì a Trento, dove hanno già preso residenza. “Non ho problemi a dirmi che sarà tutto per Romain (Grégoire) e Lenny (Martinez). Siamo fortunati ad avere questi due grandi destrieri. Ma se c’è un’apertura, la prendo. “Perché con questa Francia, diciamocelo, chiunque può vincere.

READ  "Jorginho vuole tornare in Italia"

Tutte le notizie sul ciclismo

You May Also Like

About the Author: Cosimo Fazio

"Evangelista di zombi. Pensatore. Creatore avido. Fanatico di Internet pluripremiato. Fanatico del web incurabile."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *