Buon inizio per tre corridori del Quebec

Tre atleti del Quebec hanno raggiunto una pietra miliare nella speranza di qualificarsi per i Campionati mondiali di atletica leggera del 2023 salendo sul podio ai Campionati continentali NACAC (NACAC) che si sono conclusi domenica alle Bahamas.

Ai Campionati Mondiali di Eugene in Oregon lo scorso luglio, Charles Philibert Teboutout e Jean-Simon Deganis hanno vinto rispettivamente la medaglia di bronzo nei 1500m e nei 3000m ostacoli. Thomas Favard ha vinto l’argento nei 5000 metri.

• Leggi anche: È andato e ha segnato per Evan Dunphy

• Leggi anche: Atletica: per la prima volta in 25 anni per il Canada

Felix-Antoine Lapointe è stato deliziato dall’esibizione del suo gregge.

“Oltre ai punti per le medaglie, i tre ottengono punti extra perché è un campionato continentale, come ha spiegato il capo allenatore del Quebec Athletics Team e personal trainer dei tre velocisti. Questi sono buoni punti che escono in previsione della classifica mondiale in attesa dei mondiali in Ungheria.

Meno noto dei suoi compagni di squadra, Favard ha trovato ancora una volta il modo di distinguersi in una competizione importante.

Lapointe ha ammesso che “il secondo posto per Thomas supera le aspettative”. Non sarei stato deluso se fosse arrivato quarto o quinto a seconda della gara che aveva. Ho fatto grandi progressi quest’anno. Il secondo posto nella gara nazionale dei 5.000 metri è alle spalle di Charles e il suo risultato alle Bahamas dimostra che può tenere testa ai grandi incontri.

Fantastico ritorno

Dopo una stagione con l’Université Laval Rouge et Or, Favard non tornerà in panchina a settembre e si concentrerà sulla sua carriera sportiva.

READ  Suarez, la folle inchiesta della giustizia italiana

Da parte sua, Desganis ha fatto una forte rimonta dopo una prestazione più difficile nella Coppa del Mondo dell’Oregon.

“Nella sua prima esperienza, Jean-Simon ha avuto un momento difficile in Coppa del Mondo”, ha detto Lapointe. Non ha fatto una grande gara ed è per questo che sono contento che abbia concluso bene la sua stagione. Capì che aveva ancora del lavoro da fare

da fare.”

Lapointe continua: “Il suo lavoro determinerà se sarà un extra in Bulgaria il prossimo anno o se potrà competere. È ancora giovane a 23 anni e ha molti margini di miglioramento”.

Inizio cannone

A differenza dei suoi compagni di squadra di fine stagione che si sono presi una pausa di due settimane prima di riprendere gli allenamenti, Philibert Thiboutout si recherà in Europa, dove il 30 agosto a Lucerna vi attende un evento continentale. Lo attende ancora in Germania il 4 settembre dove si ritrova in lista d’attesa o in Italia a seconda della sua prestazione in Svizzera.

“Charles ha guidato la maggior parte della gara ed essere terzo in gara con tre americani è stato un po’ straziante”, ha spiegato Lapointe. Il suo obiettivo principale era finire la gara sul podio e puntava alla vittoria. Il suo tempo non è eccezionale, ma è corretto (3 minuti e 37 secondi). Il suo tempo e la sua medaglia significano che le sue prestazioni saranno selezionate tra i suoi primi cinque giocatori per dimostrare la sua classifica mondiale.

Labpointe e la sua guardia utilizzeranno la stessa strategia di quest’anno per ottenere il suo biglietto per Budapest, motivo per cui sarà coinvolto in Europa.

READ  Trump furious not to host golf vs. accountability: New York Times

L’allenatore ha spiegato: “Vogliamo ridurre lo stress fisico e mentale di dover fare cinque buone prestazioni la prossima estate. Se riuscirà a fare una o due buone prestazioni a fine stagione, potrà fare un buon allenamento tra le gare il prossimo anno. e quindi ridurre il rischio di lesioni”.

You May Also Like

About the Author: Fina Lombardi

"Fanatico della cultura pop. Ninja zombi estremo. Scrittore professionista. Esperto di Internet".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.