Biden fa i primi passi cauti per sostenere il diritto di una donna all’aborto

Washington | Giovedì, il nuovo presidente degli Stati Uniti Joe Biden ha permesso agli Stati Uniti di finanziare nuovamente le organizzazioni straniere che forniscono servizi per l’aborto, un primo passo cauto in questa zona minata.

Alla vigilia della mobilitazione annuale degli attivisti anti-aborto, il Democratico ha abrogato una “Legge del Messico” che vietava di fornire fondi federali a qualsiasi ONG internazionale che fornisse anche consulenza sull’interruzione volontaria di gravidanza (IVG).

Questa regola è stata introdotta dall’amministrazione repubblicana di Ronald Reagan, che è stata una potente pietra miliare politica per decenni, abrogata da ogni presidente democratico e ripristinata da ogni repubblicano.

Secondo un rapporto del governo, nel 2018 ha avuto un impatto su 1.300 progetti internazionali e quell’anno ha costretto le ONG a rinunciare a più di 150 milioni di dollari o alle loro attività di aborto.

Il segretario generale delle Nazioni Unite António Guterres ha elogiato la risoluzione, che “ricorda con forza alle donne e alle ragazze di tutto il mondo che i loro diritti sono importanti”.

I gruppi per i diritti delle donne si sono anche detti “contenti” di vedere la scomparsa di un “governo duro e neo-coloniale”, nelle parole di Sera Seibel, capo del Centro per la salute e l’uguaglianza di genere (cambiamento).

Ma il leader repubblicano del Senato Mitch McConnell ha criticato “il finanziamento degli aborti all’estero con i soldi dei contribuenti” che “calpesta la loro coscienza”, dice, contro le promesse. Nuovo presidente dell’unità.

Passeggiata virtuale

L’aborto è stato legale negli Stati Uniti sin dalla sentenza della Corte Suprema nel 1973, ma divide ancora gravemente la popolazione americana e l’opposizione rimane molto forte nei circoli religiosi.

READ  `` The Pope's thumb gave me more confidence, '' said the Instagram star, as the Vatican account liked another sexy photo of another model - RT World News

Come ogni anno nell’anniversario di questa storica stazione, gli oppositori all’aborto hanno programmato di ascoltarli venerdì. Ma l’epidemia richiede che la loro “marcia” sia ipotetica, in contrasto con la marcia dello scorso anno a cui ha partecipato Donald Trump.

In tempo per il diritto di una donna di scegliere l’aborto, il miliardario repubblicano ha sconfitto gli elettori di destra religiosa fingendo di essere un feroce oppositore dell’aborto.

Per soddisfarli, la sua amministrazione ha rifiutato “Base del Messico” a livello nazionale, richiedendo ai centri di pianificazione familiare di distinguere fisicamente tra consulenza ginecologica e abortista, per paura di perdere i fondi federali. Un quarto di questi edifici è stato punito.

Nel suo libro di memorie, Joe Biden prende la questione con cautela. Ordina “di esaminare se sia necessario sospendere, rivedere, annullare o aprire questi regolamenti per la discussione”.

Il testo inoltre non dice nulla sull ‘”emendamento Hyde”, che vieta l’uso dei fondi federali per compensare la maggior parte degli aborti, anche se Joe Biden ha promesso durante la sua campagna di cancellarlo.

Inizializzando il documento, il presidente ha anche adottato uno stile sobrio. “Non stiamo facendo niente di nuovo”, ha insistito, davanti alle telecamere, facendo attenzione a non usare la parola aborto.

“Calpesta la coscienza”

Durante la sua prima conferenza stampa, alla portavoce della Casa Bianca Jane Psaki è stato chiesto quali fossero le intenzioni del nuovo presidente sull’argomento: “È un cattolico devoto che va in chiesa regolarmente”, ha risposto senza aggiungere altro.

Nonostante l’opposizione del clero all’aborto, Joe Biden sostiene apertamente il diritto di una donna all’aborto, secondo le posizioni della maggioranza del suo elettorato. Ma non ne fece un argomento importante nella sua campagna.

READ  Chicago Public Schools reopen: The majority of city councilors are "extremely concerned" that some teachers are refusing to return

Pertanto, le associazioni che difendono questo diritto sono estremamente vigili verso il futuro.

Herminia Palacio, presidente del Guttmacher Institute, ha detto che i suoi annunci sono “primi passi molto importanti, ma l’amministrazione deve andare oltre”, osservando che la maggior parte dei circa 850.000 aborti effettuati ogni anno negli Stati Uniti coinvolge donne. Sfondi.

Per lei, facilitare l’accesso agli aborti è quindi nel contesto della lotta alla disuguaglianza, che è ciò che Joe Biden ha considerato una priorità. Giovedì ha anche firmato un decreto per rendere più facile per tutti gli americani l’accesso alla copertura medica.

You May Also Like

About the Author: Rico Alfonsi

"Appassionato pioniere della birra. Alcolico inguaribile. Geek del bacon. Drogato generale del web."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *