Barrel continua il suo slancio

Olivia Barrell (Valcar – Travel & Service) ha brillato durante la fase finale dell’Elsy Jacobs Festival con un quinto posto, 8 secondi di vantaggio sull’americana Veronica Ewers (EF Education-TIBCO-SVB), la vincitrice di tappa.

“È andata molto bene dalla mia parte, è stata una serie di circostanze in cui sono stato solo nella mia squadra davanti in quel modo. Sono molto contento del mio livello per tutto il fine settimana e mi sono preso una bella pausa la scorsa settimana”, ha detto Olivia Barrell in un’intervista a Sportcom “Mi sono un po’ stancato durante la gara, ma avevo un secondo vento per dover percorrere una trentina di chilometri”.

Oltre alla sua prestazione da solista, Barrell è stata disposta ad aiutare la sua compagna di squadra italiana Silvia Persico a rimanere in testa alla classifica generale, che ha concluso 18° (+25 secondi). Quindi Persico non è riuscito a mantenere il primo posto assoluto, essendo stato superato dalle italiane Marta Bastianelli (ADQ UAE) e Ayers.

“La squadra ha fatto molto bene, ma c’è stato un incidente sull’ultima salita e Sylvia è rimasta bloccata alle spalle. Sono riuscito a rimanere nel primo set, ma volevo tornare per aiutare i miei compagni di squadra a tornare. Il ciclista di Rowen Noranda ha spiegato che le ragazze dell’ADQ degli Emirati Arabi Uniti sono state forti nel dare la vittoria a Marta Bastianelli.

Se è stato difficile per Barrell accettare la vittoria di Veronica Ewers, è stato tutto il contrario per Magdalene Valiers Mill (EF Education-TIBCO-SVB) che è stata felice di vedere la sua compagna di squadra trionfare sulle strade di Garnich in Lussemburgo.

READ  Puma svela le sue ultime maglie per l'Italia

“Siamo molto contenti della vittoria di Veronica. Il nostro piano ha funzionato perfettamente, è la nostra prima vittoria di tappa in Europa, quindi è un grande giorno per noi. Il Quebec, che è arrivato 42° (+2min 12sec) ha dichiarato: “Abbiamo pensato per un po’ che Veronica Essendo stato in testa alla classifica generale, ci sei andato molto vicino”.

Dal canto suo Simone Boilard (St Michel – Auber93 WE) ha ottenuto ancora una volta il miglior risultato in allenamento chiudendo 33° di giornata (+54 secondi), senza difficoltà. Boilard ha subito una caduta a circa 7 km dal traguardo mentre cercava di migliorare il suo status in classifica generale.

“È finita molto male oggi (domenica). Ero in una buona posizione per la maglia bianca (Young Player of the Year), ma ho colpito. Un avversario è caduto davanti a me e non potevo evitare di cadere neanche io. ‘Più paura che dolore, ma sono molto deluso'”, ha spiegato Pollard.

“Peccato perché le sensazioni erano buone e avrei potuto avere un buon voto. Stavo già pensando allo sprint, alla mia posizione nel gruppo e pochi secondi dopo ero a terra e la gara era finita, è molto deludente .

In classifica generale, Olivia Barrell ha scalato sette posizioni dopo l’ultima tappa per assestarsi al settimo posto. Quanto a lei, Simone Boilard è scivolata di diverse posizioni chiudendo il weekend al 22° posto, mentre Magdeleine Vallières-Mill si è classificata al 40° posto.

You May Also Like

About the Author: Fina Lombardi

"Fanatico della cultura pop. Ninja zombi estremo. Scrittore professionista. Esperto di Internet".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.