A Sion, i mondi degli scooter elettrici mettono in risalto la mobilità precisa

Sion ha ospitato venerdì e sabato il secondo round dei Campionati del mondo di scooter elettrici. Più di 10.000 spettatori hanno assistito alla vittoria dell’italiana Sarah Cabrini in un’atmosfera “festosa e festosa”, secondo gli organizzatori.

In totale, una trentina di piloti, uomini e donne, hanno gareggiato in gruppi da sei sullo stesso circuito. I migliori hanno raggiunto i 100 km / h. Ogni batteria è durata alcuni minuti e le prime tre si sono qualificate per il round successivo.

Alla fine Sarah Cabrini ha battuto il francese Imar Vernay e lo spagnolo Marc Luna, dopo il match finale che l’ha vista cadere tre volte.

Vittoria nella prima gara ufficiale di questo nuovo campionato del mondo due settimane fa a Londra, Vodua Matisse Nyerud è stata eliminata dai quarti di finale al Circuit Seydoux.

La vincitrice di oggi: l’italiana Sarah Cabrini. [Jean-Christophe Bott – Keystone]

incoraggiare gli inviti

Questa disciplina fa affidamento su questi eventi per incoraggiare le vocazioni. “Vogliamo ispirare e creare carriere tra i giovani, mostrando loro che è uno sport motoristico sostenibile a cui tutti possono accedere, indipendentemente dal loro background sociale”, ha spiegato Lucas di Grassi, campione del mondo di Formula E nel 2016-2107. e un membro fondatore dei Campionati Scooter.

Dopo la capitale, il Vallese, la competizione si sposterà in Francia (giugno), Italia (luglio), Spagna (settembre) e Stati Uniti (ottobre). Al momento, tutti gli atleti che inizieranno quest’anno hanno background sportivi diversi. Ma gli organizzatori sperano che le competizioni regionali si diffondano nel 2023.

Questo torneo fa parte del Festival della transizione che si conclude domenica a Sion. Questo evento mira ad affrontare le sfide ambientali e sociali in modo divertente e popolare.

READ  Giochi Olimpici - Atene (M) - L'italiano Massimo Stano vince l'oro nella marcia di 20 km dalle Olimpiadi di Tokyo

ATS/JFE

You May Also Like

About the Author: Fina Lombardi

"Fanatico della cultura pop. Ninja zombi estremo. Scrittore professionista. Esperto di Internet".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.