viaggi non essenziali | L’UE reimpone le restrizioni agli arrivi dagli USA

(Bruxelles) L’Unione Europea ha annunciato, lunedì, il ritorno delle restrizioni ai viaggi non essenziali nel suo territorio da cinque paesi, compresi gli Stati Uniti, e la Casa Bianca ha detto da parte sua di studiare la possibilità di consentire ai viaggiatori stranieri immunizzati in il lungo termine. .




Una dichiarazione afferma che gli Stati membri dell’UE si riservano la possibilità di revocare queste restrizioni su questo tipo di viaggio per le persone completamente vaccinate.

I cinque paesi che sono stati rimossi dalla lista che raccomandano all’Unione Europea di revocare le restrizioni ai viaggi non essenziali sono, oltre a Stati Uniti, Israele, Libano, Macedonia del Nord e Montenegro. Anche il Kosovo è omesso da questo elenco regolarmente aggiornato.

La variante delta dell’infezione ha ripreso a crescere negli Stati Uniti e in Israele, che è stato uno dei primi paesi a lanciare una massiccia campagna di vaccinazione.

I confini degli Stati Uniti sono stati chiusi alla stragrande maggioranza dei viaggiatori internazionali, testati o vaccinati, da marzo 2020.

Ma la Casa Bianca, che ha affermato da settimane di studiare i termini per la riapertura di quei confini, ha accennato per la prima volta lunedì alle condizioni che gli Stati Uniti potrebbero imporre ai viaggiatori stranieri, europei compresi.

“Le agenzie del governo federale continuano a lavorare per sviluppare procedure coerenti e sicure per i viaggi internazionali, anche in Europa”, ha detto lunedì il portavoce dell’amministrazione Biden Jen Psaki durante un briefing.

Ha spiegato che “questo includerà il rafforzamento degli sforzi per proteggere i cittadini statunitensi, compreso il rafforzamento delle possibili procedure di test per i viaggi internazionali, e potrebbe anche significare che a tempo debito i cittadini stranieri che arrivano negli Stati Uniti saranno completamente immunizzati”.

READ  Mosca avverte l'Occidente delle ambizioni artiche

La lobby delle compagnie aeree statunitensi ha criticato la decisione di Bruxelles.

“Le raccomandazioni dell’UE sono un passo indietro e hanno chiaramente colpito le compagnie aeree statunitensi che hanno lavorato così duramente per riprendere un servizio sicuro attraverso l’Atlantico”, ha affermato American Airlines.

“Con la riapertura dell’Unione europea, gli americani sono stati rapidi nell’acquistare i biglietti, fare le valigie e trovare i propri cari che non vedevano da quasi due anni”, continua la lobby.

L’elenco dei paesi terzi da cui l’UE raccomanda di revocare le restrizioni ai viaggi comprende attualmente 17 paesi oltre alla Cina (a condizione di reciprocità), nonché le regioni amministrative speciali di Hong Kong, Macao e la provincia di Taiwan.

L’Unione Europea dovrebbe annunciare nei prossimi giorni di aver raggiunto il suo obiettivo di vaccinare completamente il 70% della sua popolazione adulta, con disparità tra i suoi Stati membri.

You May Also Like

About the Author: Rico Alfonsi

"Appassionato pioniere della birra. Alcolico inguaribile. Geek del bacon. Drogato generale del web."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *