Una violenta tempesta ha causato temperature estreme di -111 ° C sulla sua scia

Sabato 3 aprile 2021 alle 16:42 – Un intenso temporale, visto al largo della costa australiana nel 2018, sembra diverso da qualsiasi altro temporale. Questa tempesta, rilevata dai satelliti nel 2018, ha causato temperature estremamente rigide sulla sua scia.


Sebbene le alte temperature e l’umidità ambientale elevata siano spesso sinonimo di temporali nella nostra immaginazione, non è sempre così. Infatti, un recente studio condotto dall’American Geophysical Union ha indagato su questa tempesta che si è verificata nel dicembre 2018. La sua particolarità è che la temperatura rilevata nel cuore delle nuvole ha raggiunto i -111 gradi Celsius, e allo stesso tempo tutti i record di freddo esistenti sono stati distrutti anche allora.

Così è diventata la temperatura più fredda che un satellite avesse mai rilevato. Inoltre, quando il satellite NOAA-20 è passato su di esso, la tempesta non aveva ancora raggiunto la sua forza massima. Se il veicolo fosse passato dopo pochi minuti, sarebbe stato registrato mercurio più freddo.

La tempesta in sé non era l’unico fattore da tenere in considerazione: tutte le condizioni meteorologiche di quel giorno erano alla base di questo freddo innaturale.

Dietro ogni tempesta si nasconde una colonna d’aria che sale sempre più in alto nell’atmosfera. Durante eventi particolarmente violenti, come la tempesta del 2018, alcune nuvole cariche di energia possono raggiungere la stratosfera (lo strato superiore dell’atmosfera). Presumibilmente, questo è quello che sarebbe successo nell’episodio del 2018.

Questi estremi sembrano diventare più comuni. L’aumento della temperatura della superficie oceanica apre efficacemente la strada alle condizioni dei temporali, nonché ai cambiamenti negli strati superiori dell’atmosfera.

READ  L'Egitto chiude solo l'apertura della Striscia di Gaza

Vedi anche: eruzione vulcanica simultanea su due continenti

You May Also Like

About the Author: Rico Alfonsi

"Appassionato pioniere della birra. Alcolico inguaribile. Geek del bacon. Drogato generale del web."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *