Trump lodato, ma anche criticato in una manifestazione repubblicana

L’ex presidente Donald Trump ha ricevuto un caloroso benvenuto sabato a Las Vegas (Stati Uniti occidentali) durante una manifestazione per il Partito Repubblicano, ma molti leader conservatori lo hanno criticato per i recenti risultati deludenti delle elezioni di medio termine.

• Leggi anche: L’account Twitter di Donald Trump sarà ripristinato dopo un sondaggio

• Leggi anche: Trump, Diantis e Pence parleranno a una manifestazione repubblicana questo fine settimana

Trump, 76 anni, nel suo primo discorso da quando ha annunciato la sua candidatura per la Casa Bianca nel 2024 martedì, ha reso omaggio al suo mandato e ha reso omaggio ai suoi donatori e ai membri della Republican Jewish Coalition, che tiene il suo incontro annuale a Las Vegas, Nevada, fino a domenica.

L’ex presidente ha rifiutato di assumersi la responsabilità dei risultati delle elezioni dei repubblicani, in particolare dei maroniti, a medio termine 8 novembre. D’altra parte, ha detto, il Partito Repubblicano era “molto più grande e più forte di quanto non fosse prima del mio arrivo”.

Sabato, ha nuovamente messo in dubbio la vittoria del democratico Joe Biden nelle elezioni presidenziali del 2020.

“Le elezioni sono state truccate”, ha detto il miliardario, che ha parlato in videochiamata, ma il pubblico, che lo ha accolto calorosamente, non ha reagito a queste dichiarazioni.

È stato aggiunto all’ultimo minuto all’elenco degli oratori all’incontro annuale della Republican Jewish Coalition.

La sua partecipazione ha sollevato aspettative, con molti dei suoi critici che lo hanno preceduto chiedendo di voltare pagina e scommettendo su una “leadership forte”.

Ho una grande politica per il Partito Repubblicano. “Smettila di sostenere i candidati folli e squalificati nelle nostre primarie”, ha detto il governatore del New Hampshire (NE) Chris Sununu, senza nominare Trump.

READ  L'Ucraina afferma di aver colpito le forze russe a Snake Island

Leader forti, non celebrità

L’ex governatore del New Jersey Chris Christie è stato più schietto nel suo discorso e ha insistito affinché Donald Trump fosse ritenuto responsabile dei risultati delle elezioni di medio termine.

Donald Trump ha scelto i candidati con un criterio, uno solo. Non si trattava della loro competenza, esperienza, saggezza o carisma. […] Ma resta da vedere se credono o meno che le elezioni presidenziali del 2020 siano state rubate. Se ci credi, allora ti sostengo, se non ci credi, allora ti rifiuto”, ha detto il signor Christie, che ha parlato alla folla poche ore prima dell’ex presidente.

“Bene, lascia che te lo dica, questo non è ciò che questo partito rappresenta. Non è ciò che dovrebbe rappresentare in futuro. Dobbiamo fermarlo ora. Stiamo perdendo perché Donald Trump si è messo al di sopra di tutto il resto”.

Da parte sua, il governatore del Maryland Larry Hogan ha nuovamente criticato Trump nel suo discorso di venerdì.

Anche i più ardenti sostenitori di Trump dicono di essere stufi […]disse il signor Hogan.

Nelle elezioni di medio termine, il Partito Repubblicano ha promesso una “ondata rossa” che avrebbe spazzato via il Partito Democratico da entrambe le camere del Congresso a Washington.

Tuttavia, i repubblicani si sono assicurati solo una maggioranza ristretta alla Camera dei rappresentanti dopo aver sconfitto diversi candidati sostenuti da Donald Trump. Così è stato anche al Senato, che è rimasto in mano ai democratici, e in Stati cruciali.

Sabato Trump è stato preceduto dall’ex primo ministro israeliano Benjamin Netanyahu.

Da parte sua, alla manifestazione era presente l’ex segretario di Stato Mike Pompeo – che ha servito sotto l’amministrazione Trump e al quale gli osservatori hanno presentato anche ambizioni presidenziali.

READ  Donald Trump | Il leader repubblicano al Senato vuole rinviare il processo di impeachment

Il nostro partito ha bisogno di leader forti, ora più che mai. Senza nominare Donald Trump, ha detto venerdì che le celebrità e le celebrità non farebbero il lavoro.

Il governatore della Florida Ron DeSantis, che probabilmente si candiderà anche alle primarie repubblicane del 2024, è stato rieletto vittoriosamente nel suo stato d’origine, portando alcuni media conservatori a vederlo come il nuovo leader del GOP.

Sabato parlerà alla fine della manifestazione.

You May Also Like

About the Author: Rico Alfonsi

"Appassionato pioniere della birra. Alcolico inguaribile. Geek del bacon. Drogato generale del web".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.