Trump: Giustizia o Casa Bianca?

Quando Donald Trump ha annunciato a metà novembre che sarebbe tornato alla corsa presidenziale, molti lo hanno visto come un tentativo di evitare la giustizia. Questo spiega perché si è lanciato presto e in modo disordinato.

La logica che sembra essere generalmente accettata negli Stati Uniti è che non si disturba un candidato alla presidenza lanciandogli un’azione legale. Su questo ci ha indubbiamente scommesso Trump per evitare la valanga di accuse varie che gli sono affiorate in faccia.

Francamente, se quella logica ha resistito in passato, per azioni collaterali che non giustificano l’ostacolo alla corsa alla Casa Bianca, per Trump non è più così. La commissione che indaga sull’assalto al Campidoglio ha raccomandato accuse penali. Sarebbe un’aberrazione della giustizia americana non procedere.

Immagina il risultato assurdo. L’uomo che deteneva la più alta carica del paese ha incoraggiato una ribellione in Campidoglio. Ma poiché ora vuole tornare alla sede, ignoriamo gli atti irresponsabili e i crimini contro lo stato che ha commesso mentre aveva il privilegio di occupare detta sede.

più volumi

Il caso di Trump non ha precedenti nella storia degli Stati Uniti. Il cortile è pieno! Pieno di storie abbastanza sporche da spegnere qualsiasi altro politico. Trump è sopravvissuto perché ha ipnotizzato una parte dell’elettorato. Li ha convinti di essere dalla “loro parte” mentre altri funzionari eletti, l ‘”élite”, volevano il male del popolo.

Ricapitoliamo il caso di Trump.

Incoraggiare l’attacco al Campidoglio, compresa la sicurezza dei senatori, del vicepresidente Mike Pence e del personale di sicurezza. La rivolta ha provocato la morte di quattro persone.

READ  Aquila uccisa, tigre scappata: cosa sta succedendo allo zoo di Dallas?

Invitando il ministro responsabile per le elezioni in Georgia a chiedere “di trovare 11.780 voti”. La conversazione viene registrata.

Custodisce documenti di stato segreti nella sua villa personale a Mar-a-Lago. E si trova nel processo di recupero da quelli.

Oltre a tutti i registri di frode nei suoi stabilimenti.

occhi chiusi?

Passare la spugna su tutto questo perché è in gara? Non sarà degno di un paese che si rispetti. Inoltre, gli piace davvero correre? Si potrebbe davvero credere che volesse solo togliergli il calice della giustizia. Il suo rilascio è stato uno scherzo.

Non fa davvero campagne, tranne per il fatto che ha rilasciato un mucchio di strane carte collezionabili che gli somigliano. Carte che hanno fatto milioni… sì, di nuovo soldi.

Le cose più sagge e oneste sono state dette in termini semplici dalla repubblicana Liz Cheney: sulla base delle sue azioni passate, Donald Trump non è idoneo a ricoprire la massima carica elettiva della nazione.

Per il bene degli Stati Uniti e per il bene del mondo, speriamo che la giustizia americana si metta i pantaloni.

You May Also Like

About the Author: Rico Alfonsi

"Appassionato pioniere della birra. Alcolico inguaribile. Geek del bacon. Drogato generale del web".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.