Tempesta Ida | Almeno 44 morti nell’area di New York

(New York) New York è stata colpita, giovedì, da piogge torrenziali e improvvise e storiche piogge torrenziali che hanno causato la morte di almeno 44 persone nella regione, dopo il devastante passaggio della tempesta. Ida.




Nicola ااض recensione
Agenzia di media Francia

Nelle principali città economiche e culturali americane, la polizia ha contato almeno 13 morti, tra cui molti probabilmente intrappolati e annegati in scantinati, abitazioni primitive, a volte insalubri, disposte ai piedi degli edifici di Manhattan, Queens o Brooklyn.

I vigili del fuoco hanno salvato centinaia di residenti.

Appena a nord di Manhattan, nella lussuosa contea costiera di Westchester, che era ancora circondata da acque fangose ​​e salmastre giovedì sera, uno dei suoi funzionari, George Latimer, ha detto alla CNN che anche tre persone che hanno cercato di uscire dalla loro auto probabilmente sono annegate.

È morto un agente di polizia assegnato alla guardia del traffico nel vicino Connecticut.

Ma il bilancio peggiore è stato per il New Jersey, uno stato di fronte a New York, dove “almeno 23 persone hanno perso la vita”, ha detto il governatore Phil Murphy. La maggior parte delle vittime è stata colta di sorpresa, ha detto il funzionario, è rimasta bloccata nelle proprie auto e potrebbe essere annegata.

Alla fine, quattro persone sono state uccise vicino a Filadelfia, secondo le autorità locali.

Strade, strade e autostrade si sono improvvisamente trasformate in torrenti, sia nel distretto di Brooklyn che nel Queens. A Westchester, giovedì, decine di veicoli erano ancora sommersi sui tetti e gli scantinati delle tradizionali case della costa orientale devastate dall’acqua a volte sono saliti a due piedi.

READ  Bouteflika sepolto con meno onore dei suoi predecessori

“Ho l’impressione di aver perso tutto”, ha detto il meccanico della città di Mamaronic Marcio Rodriguez mentre piangeva nella sua officina allagata.

A New York, la gigantesca rete metropolitana è stata parzialmente riavviata giovedì, dopo che diverse stazioni sono state allagate.

Il NWS ha registrato un massimo storico di 80 millimetri di pioggia in un’ora a Central Park.

“Emergenza”

“Ho 50 anni e non ho mai visto una pioggia così forte”, ha detto Metodija Mihaglov, proprietario di un ristorante nell’elegante Upper West Side, vicino al famoso parco, il polmone verde di New York. “Era come se fosse nella giungla, pioggia tropicale. Incredibile”, ha aggiunto il mercante.

A mezzanotte, il nuovo governatore dello Stato di New York, Cathy Hochhol, ha dichiarato lo “stato di emergenza” a seguito delle “grandi” inondazioni in tutte le contee di confine della città, che potrebbero colpire circa 20 milioni di residenti. popolazione. Il sindaco di New York Bill de Blasio, la cui città si sta a malapena riprendendo dalla pandemia, ha lamentato un “evento meteorologico storico”.

Il servizio meteorologico degli Stati Uniti ha riferito che uno “stato di emergenza” per le inondazioni non ha precedenti a New York City.

Uragani e massicce inondazioni hanno colpito anche Pennsylvania, New Jersey – sempre in emergenza – e Maryland.

Cape Cod Tornado

Giovedì, i newyorkesi stavano pulendo i loro scantinati e diversi politici hanno puntato il dito contro il cambiamento climatico, due settimane dopo le forti piogge di Storm Henry e nove anni dopo l’uragano Sandy. Il senatore democratico di New York Chuck Schumer ha avvertito che “il riscaldamento globale ci sta raggiungendo e peggiorerà solo se non facciamo nulla”.

READ  Nucleare: l'Iran incolpa Biden di aver chiesto "lo stesso" a Trump

Gli uragani e le tempeste sono un fenomeno frequente negli Stati Uniti. Gli scienziati avvertono che l’aumento delle temperature della superficie degli oceani sta contribuendo a rendere più forti le tempeste.

In particolare, rappresentano un rischio maggiore per le comunità costiere, vittime del fenomeno dell’inondazione delle onde amplificato dall’innalzamento del livello del mare.

Venerdì il presidente Joe Biden si recherà in Louisiana, il primo stato a soffrireIda Molti edifici sono stati distrutti e centinaia di migliaia di case sono ancora prive di elettricità. “Siamo tutti insieme. La nazione è pronta ad aiutare”, ha detto l’inquilino della Casa Bianca.

declassato a ciclone post-tropicale, Ida Giovedì notte buia sul New England. Un uragano ha colpito la penisola di Cape Cod, nel Massachusetts, molto turistica.

You May Also Like

About the Author: Rico Alfonsi

"Appassionato pioniere della birra. Alcolico inguaribile. Geek del bacon. Drogato generale del web."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *