Sterilizzazione dei detenuti | Due carceri escluse dal contratto federale dopo abusi sugli immigrati

(Washington) Il servizio di immigrazione degli Stati Uniti ha annunciato, giovedì, la risoluzione del contratto con due carceri per la detenzione di immigrati clandestini, dopo le accuse di abusi sui detenuti, comprese le operazioni ginecologiche a cui sono state sottoposte le donne.


France Media

“Non tollereremo il maltrattamento delle persone detenute o le cattive condizioni di detenzione”, ha detto il ministro della sicurezza nazionale Alejandro Mayorcas in una lettera al capo della polizia per l’immigrazione Tay Johnson.

Ha aggiunto che questa decisione è un “primo passo importante” con l’obiettivo di ottenere “miglioramenti permanenti nel nostro sistema di conservazione dell’immigrazione”.

Diciassette donne sterili

In una delle istituzioni coinvolte, la prigione della contea di Irwin in Georgia, che è un centro di detenzione privato, un ginecologo è stato accusato nel settembre 2020 di aver eseguito sterilizzazione e altri interventi chirurgici sui detenuti. L’infermiera Don Wooten ha lanciato l’allarme contattando le ONG locali.

Secondo Project South, con sede ad Atlanta, almeno 17 donne, tra cui molti immigrati messicani, sono state sterilizzate – in alcuni casi mediante isterectomia completa – senza il loro consenso o senza le informazioni necessarie.

Il Dipartimento per la sicurezza interna e la polizia federale ha aperto un’indagine, così come il governo messicano dopo aver identificato almeno due dei suoi cittadini vittime di queste pratiche.

Un altro centro di detenzione, a North Dartmouth nella contea di Bristol (Massachusetts, nord-est), era in vista delle autorità dopo un intervento che la polizia locale ha ritenuto violento contro i detenuti che si erano rifiutati di sottoporsi al test per il Coronavirus nel maggio 2020.

READ  educazione delle ragazze | Secondo le Nazioni Unite, i talebani "presto" annunceranno un "quadro"

La potente organizzazione per i diritti civili ACLU ha salutato l’annuncio del Dipartimento per la sicurezza interna “che dimostra la volontà dell’amministrazione Biden di tagliare definitivamente le violazioni dei diritti degli immigrati da parte dei governi precedenti”.

L’avvocato dell’ACLU Norine Shah ha dichiarato in una dichiarazione che la prigione di Erwin “è nota per le sue condizioni disumane e da incubo (detenzione), tra cui la diffusa negligenza medica e le spaventose segnalazioni di sterilizzazione forzata”.

Ha anche criticato il “programma anti-immigrati” attuato dal sindaco della contea di Bristol per “aver attaccato gli immigrati detenuti e negato loro cibo e cure adeguate”.

You May Also Like

About the Author: Rico Alfonsi

"Appassionato pioniere della birra. Alcolico inguaribile. Geek del bacon. Drogato generale del web."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *