“Sono stato gay per tutta la vita”: il veterano americano fa coming out nel suo necrologio

“Sono stato gay per tutta la vita”: il veterano americano fa coming out nel suo necrologio

Un veterano dell’esercito americano che presumibilmente ha tenuto segreto il suo orientamento sessuale per tutta la vita per paura di essere ostracizzato dai suoi cari ha scelto di rivelare la sua relazione con l’amore della sua vita nel suo necrologio pubblicato dopo la sua morte.

“Devo dirti un’altra cosa. Sono stato gay per tutta la mia vita: alle elementari, alle superiori, all’università e nella vita […] “Mi dispiace di non aver avuto il coraggio di rivelarlo”, ha detto il colonnello Edward Thomas Ryan, 85 anni, nel suo necrologio pubblicato sabato. Ora che il mio segreto è conosciuto, riposerò in pace per sempre”.

L’ottuagenario di Albany, New York, è recentemente morto di cancro all’intestino che potrebbe aver contratto a causa della sua esposizione all’Agente Orange durante la guerra del Vietnam, ha detto mercoledì il New York Post.

Ma poiché i rapporti sessuali potevano essere motivo di licenziamento per gran parte della sua carriera – anche prima che fossero esplicitamente vietati tra il 1982 e il 1994 durante l’amministrazione Clinton – il veterano americano ha scelto di mantenere segreto il suo orientamento sessuale, continua il quotidiano americano.

“Avevo paura di essere ostracizzato dalla mia famiglia, dai miei amici e dai colleghi, visto il modo in cui venivano trattate le persone come me, non potevo farlo”, diceva il necrologio.

Anche dopo il pensionamento, l’uomo più volte decorato con medaglie prestigiose dall’esercito americano avrebbe mantenuto il segreto per paura di essere trascinato davanti alla corte marziale, come ha spiegato al New York Post suo nipote Joseph Ryan.

Nonostante ciò, si dice che il giocatore veterano abbia goduto di una relazione “amorevole e premurosa” di 25 anni con l’amore della sua vita, Paul Cavagnaro, morto nel 1994 dopo un’operazione fallita, come ha rivelato nella sua lettera finale.

READ  Lo stupore dei seguaci di Qunun

Da parte sua, Joseph Ryan non è rimasto sorpreso dall’ultimo segreto di suo zio, pubblicato durante il mese del Pride LGBTQ+ a giugno.

“Era tranquillo, ma era coraggioso. Era in lui per tutto questo tempo”, ha commentato, spiegando che l’ottuagenario “sempre allegro” aveva lasciato un vuoto in famiglia dopo la sua scomparsa.

Il Colonnello ha scelto di donare il suo corpo all’Albany Medical College Anatomical Donation Program e verrà poi cremato e sepolto accanto a Paul Cavagnaro.

You May Also Like

About the Author: Rico Alfonsi

"Appassionato pioniere della birra. Alcolico inguaribile. Geek del bacon. Drogato generale del web".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *