Song Joong-ki torna sul piccolo schermo nei panni di una mafia italiana di origine coreana con “Vincenzo”

Seoul, 16 febbraio. (Yonhap) – Il famoso attore sudcoreano Song Joong-ki tornerà sul piccolo schermo nei panni di un avvocato sudcoreano che lavora per un’organizzazione mafiosa italiana nella prossima commedia nera “Vincenzo”.

La nuova serie tv, la cui prima puntata andrà in onda questo fine settimana su tvN, racconta la storia di Vincenzo Cassano (Song), un italiano di origini coreane che lavora per la mafia come consigliere. Torna in patria dove si ritrova coinvolto in scandali di corruzione e combatte le forze sociali a modo suo.

Questa è una delle serie più attese questa primavera per le star del cast, tra cui Song, Jeon Yeo-been e Ok Taecyeon, che è anche un rapper della boy band 2PM.

Song, che ha scelto “Vincenzo” per il suo ritorno dalla sua ultima apparizione nella serie immaginaria “Arthdal ​​Chronicles” (2019), si è detto felicissimo e soddisfatto quando ha letto per la prima volta lo scenario che vedeva potenti teppisti che schiacciavano i cattivi e danneggiare la società.

“Quando ho letto per la prima volta un breve riassunto di ‘Vincezo’, apprezzo il punto forte dello sceneggiatore”, ha detto lunedì in una conferenza stampa online. “È stato interessante e nuovo per i potenti perdere contro i forti che non sono sempre bravi”.

“Vincenzo” a été imaginée par le scénariste Park Jae-bum, connu pour ses comédies sombres bien construites come “The Fiery Priest” (2019), qui propone una satire de la corruzione profondément enracinée ainsi que du copinage entrees politiciens ‘et Affairs.

Ha spiegato: “So di avere molte personalità diverse che i fan non riescono a vedere”. “Ho cercato di sfruttare le mie tendenze devianti, estreme o violente e di presentare questi aspetti attraverso Vincenzo”.

Nel frattempo, Song ritrae un uomo in disparte come un italiano di origine coreana che si sente solo e isolato in Corea del Sud, il paese che ha lasciato decenni fa.

“Ha vissuto in Italia la maggior parte della sua vita. Ma ha commentato come uno straniero in patria.” È patetico e commovente, ma le sue azioni eroiche sono incoraggianti “.

La regista Kim Hee-won, che ha creato i film romantici storici “The Crowned Clown” (2019) e “Money Flower” (2017), ha detto di aver scelto Song per il ruolo principale a causa delle sue caratteristiche sfaccettate apparse nei suoi precedenti romanzi.

“Mi piace una canzone in” The Innocent Man “. Il suo viso rappresenta l’oscurità, la solitudine e anche l’innocenza. Ha detto:” Si adatta perfettamente a Vincenzo. “” È bravo a recitare, ed è anche una parte importante di quel progetto. “

Ha detto di essersi concentrata sull’equilibrio tra l’ambiguità del testo e la leggerezza dell’umorismo al fine di trasmettere messaggi critici contro la corruzione o le transazioni illegali tra le autorità e le aziende in modo sarcastico.

“I nostri eroi non sono né buoni né buoni. Le loro ambizioni sono descritte come peggiori di quelle dei cattivi.” È una storia molto sensuale, ma è raccontata in un tono divertente. È molto difficile sposare i due “.

You May Also Like

About the Author: Malvolia Gallo

"Appassionato di alcol. Piantagrane. Introverso. Studente. Amante dei social media. Ninja del web. Fan del bacon. Lettore."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *