Russia: il presunto attacco di droni è impossibile all’insaputa di Washington

Russia: il presunto attacco di droni è impossibile all’insaputa di Washington

Il capo della diplomazia russa ha dichiarato venerdì che il presunto attacco di droni ucraini al Cremlino di questa settimana non sarebbe potuto avvenire senza che gli Stati Uniti lo sapessero, mentre Washington e Kiev hanno negato qualsiasi coinvolgimento.

• Leggi anche: Nuovi scioperi russi in Ucraina e raffinerie in Russia

• Leggi anche: Il Cremlino accusa Washington di essere dietro un presunto attacco di droni

Questo è un atto ostile. È chiaro che i terroristi di Kiev non avrebbero potuto commetterlo senza che i loro superiori lo sapessero, ha detto Sergey Lavrov durante una visita in India, aggiungendo che Mosca prenderà “misure concrete” per rispondere a questo presunto attacco.

Mercoledì, Mosca ha affermato di aver intercettato due droni ucraini contro il Cremlino, condannando il tentativo di assassinare il presidente Vladimir Putin. Kiev ha negato qualsiasi coinvolgimento e Washington ha messo in dubbio le accuse russe.

Giovedì la Russia, attraverso il portavoce del Cremlino Dmitry Peskov, ha accusato gli Stati Uniti di aver ordinato il presunto attacco.

Washington ha risposto subito denunciando la “menzogna” e negando ogni coinvolgimento.

“Se pensi che non appena gli Stati Uniti e l’Ucraina respingeranno le accuse, dovremmo smettere di pensare a ciò che sappiamo al riguardo, non è così”, da parte sua, il signor Lavrov ha insistito venerdì, parlando alla stampa.

“La capacità di mentire dei nostri amici ucraini e occidentali è ben nota”, ha detto.

READ  La Costituzione impedisce a Trump di candidarsi?

You May Also Like

About the Author: Rico Alfonsi

"Appassionato pioniere della birra. Alcolico inguaribile. Geek del bacon. Drogato generale del web".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *