Rishi Sunak amplia il gap contro i suoi tre avversari

Pubblicato in:

Nel terzo turno di votazioni interne per scegliere il successore di Boris Johnson, lunedì i parlamentari del Partito conservatore hanno rimesso in prima pagina l’ex ministro delle finanze Rishi Sunak. Il divario tra Benny Mordaunt e Liz Truss è stato ridotto per il secondo posto. Tom Tugendhat è stato eliminato nell’ultima votazione dai parlamentari conservatori.

Lunedì 18 luglio, l’ex ministro delle finanze britannico Rishi Sunak ha sottolineato i suoi progressi nella gara succedendo al primo ministro Boris Johnson. Con 115 voti dei parlamentari del Partito conservatore, ha preso il comando nel terzo turno di votazioni interne, secondo i risultati annunciati da Graham Brady, capo dell’organizzazione.

Rishi Sunak davanti al Segretario di Stato per il Commercio Internazionale Penny Mordaunt (82 voti) e al Segretario di Stato Liz Truss (71 voti), che si contendono il secondo posto per passare alla finale.

L’ex ministro per l’uguaglianza Kimi Badenouche è arrivato quarto con 58 voti, mentre il presidente della commissione per gli affari esteri Tom Tugendhat è stato eliminato con 31 voti.

Martedì e mercoledì sono previste le ultime due gare. Gli eventuali vincitori saranno quindi decisi da 200.000 membri del partito durante una votazione per corrispondenza. L’identità di Khalifa Boris Johnson Dovrebbe essere annunciato il 5 settembre.

Discussione annullata

Sulla scia di un acceso dibattito tra questi cinque candidati domenica sera, Sky News ha annunciato, lunedì, l’annullamento del dibattito previsto per martedì sera, a causa del rifiuto di partecipare di Rishi Sunak e Liz Truss.

Secondo il sito web del canale, la prospettiva di un terzo dibattito dal vivo solleva le preoccupazioni dei parlamentari conservatori sul fatto che esporre le differenze tra i due candidati indebolirà la maggioranza.

READ  Il Partito Repubblicano è sull'orlo della crisi

Domenica sera, la seconda discussione della campagna ha dato luogo a scambi più vivaci della prima. Il capo della diplomazia, Liz Truss, ha attaccato direttamente il suo ex collega di governo Rishi Sunak, accusandolo di condurre il Paese verso una “recessione” aumentando le tasse quando era lui a capo delle finanze.

Rishi Sunak ha risposto: “Questo è socialismo”. “Anche (l’ex leader dell’opposizione) Jeremy Corbyn non sarebbe andato lontano!”

Liz Truss e Rishi Sunak sono in disaccordo dall’inizio della campagna. Il candidato 46enne è un beniamino del campo di Johnson, convinto che Rishi Sunak avesse aspettato il suo tempo per diversi mesi prima di dimettersi il 4 luglio, precipitando la caduta del primo ministro. Cosa negano i sostenitori di Rishi Sunak.

Con Agence France-Presse e Reuters

You May Also Like

About the Author: Rico Alfonsi

"Appassionato pioniere della birra. Alcolico inguaribile. Geek del bacon. Drogato generale del web".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.