Rapina alla centrale elettrica: americani uccisi per folgorazione

Rapina alla centrale elettrica: americani uccisi per folgorazione

Due uomini dello stato della Georgia, USA, sono morti dopo che un trasformatore è esploso mentre cercavano di rubare fili di rame da una centrale elettrica.

La polizia ha ricevuto una chiamata intorno alle 3 del mattino di lunedì per un’esplosione nella sottostazione elettrica vicino all’Old Mill a Gainesville, ha detto il tenente Kevin Holbrook in un’intervista a CBS News. Secondo le informazioni delle autorità, i ladri stavano cercando di rubare fili di rame e altri componenti elettrici.

Immediato l’intervento della polizia e dei vigili del fuoco. Quando sono arrivati, hanno scoperto i due uomini morti.

Il medico legale Kevin Witzel ha detto che le due vittime – Shane Joseph Long, 45 anni, e Christopher Blair Wood, 44 anni – provenivano entrambi da Gainesville. Verrà eseguita l’autopsia per confermare l’esatta causa di entrambi i decessi. Tuttavia, il tenente Holbrook ha confermato che uno dei due uomini portava segni di folgorazione. Il secondo uomo potrebbe essere stato ucciso dal convertitore.

Sfortunatamente, questa non è la prima volta che i ladri muoiono in questo modo negli Stati Uniti. Tuttavia, ha spiegato Holbrooke, le persone che rubano questi prodotti dalle centrali elettriche non fanno molti soldi per rivenderli.

“Non vale la pena rischiare la vita per questo”, ha aggiunto.

READ  Non è un killer, è una lezione di yoga!

You May Also Like

About the Author: Rico Alfonsi

"Appassionato pioniere della birra. Alcolico inguaribile. Geek del bacon. Drogato generale del web".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *