Prima di affrontare le squadre del Milan, un ex nazionale italiano attacca i belgi: “Mi aspetto molto da loro”.

Prima di affrontare le squadre del Milan, un ex nazionale italiano attacca i belgi: “Mi aspetto molto da loro”.

Domani sera il mondo del calcio punterà sul Milan e su San Siro. Nell’andata delle semifinali di Champions League, infatti, il Milan accoglierà il cugino dell’Inter.

Nei suoi due club il Belgio ha il suo piccolo appiglio: Lukaku si sta sviluppando al fianco dei nerazzurri, mentre una bella colonia formata da De Ketelaere, Origi, Saelemakers e Vranckx occupa le fila dei rossoneri. Prima di questo incontro, la Gazzetta dello Sport ha consegnato il microfono a Christian Vieri, l’ex nazionale italiano che ha giocato con i colori dei due club lombardi. Parliamo in particolare di alcuni dei Red Devils.

In primo luogo, l’italiano solleva i suoi dubbi sulla forma di Romelu. “In attacco, Simone Inzaghi, allenatore dell’Inter, ha una certezza: Lautaro Martinez. È il miglior attaccante, motivo per cui deve sempre partire titolare. Sebbene Lukaku abbia segnato in tutte e cinque le partite del derby che ha giocato al suo debutto, rimane non confermato. Quest’anno non è stato al meglio. Mi aspetto di più da luilui spiega.

Sul versante rossonero, Vieri non potrebbe essere più morbido con Divock Origi, che al momento si accontenta di pochi inserimenti.Mi aspettavo molto da Origi. Al Liverpool è stato sempre decisivo nelle sue migliori partiteMa Bobo resta fiducioso per De Kittellari, che sta attraversando una stagione milanista difficile.Nel frattempo, De Ketelaere è ancora giovane e ha bisogno di tempo per adattarsi. Io stesso ho giocato a San Siro. Per un giovane calciatore è sempre difficile adattarsi“.

READ  Romelu Lukaku (Inter) organizza una doppietta opportunistica contro il Benevento