Prima dei quaranta e dopo i settantacinque anni il rischio è presente

Ma “il tasso di mortalità è sceso grazie alle cure e rilevare Il professor Emmanuel Baranger, direttore generale del Centro Antoine Lacasani di Nizza, lo ha confermato giovedì 22 settembre durante una conferenza stampa della Società francese di patologia mammaria e malattie del seno.

veglia salvifica

Prima viene catturato il cancro, maggiori sono le possibilità di sopravvivenza, meno aggressivo è il trattamento e più aggressivo è. Molti paesi ricchi hanno una politica di screening organizzata, promossa ogni anno anche in Francia da Pink October.

Le donne francesi di età compresa tra 50 e 74 anni sono state invitate, dal 2004, a uno screening comprensivo di una mammografia ogni due anni – copertura 100% – per rilevare la presenza di un eventuale tumore.

“sovradiagnosi”?

Dopo un aumento significativo nei primi anni, questo screening è stato interrotto e circa la metà delle donne target si è preoccupata, allarmando alcuni specialisti in un contesto in cui l’incidenza del cancro al seno è in aumento in quasi tutte le fasce di età.

Ma, soprattutto, sorge la domanda su quale strategia adottare quando si è troppo giovani per beneficiare di un esame così strutturato. C’è anche il rischio di ‘sovradiagnosi’: i tumori possono essere identificati, quando non si sarebbero mai trasformati in cancro, con il rischio di iniziare un trattamento pesante e inutile.

Quali sono i rischi per le persone di età inferiore ai 40 anni?

Per la Società francese di gerontologia e mammologia, “la questione dello screening per le donne sotto i 40 anni, ad eccezione delle donne ad alto rischio di cancro, non è sollevata”, ma è “più complicata per le donne di età compresa tra 40 e 50 anni dal 15% dei tumori si verificano in questa categoria. “età”.

READ  "Quando un'opinione si traveste da scienza"

Cosa fai dopo? “Dovremmo già identificare, con un operatore sanitario, un fattore di rischio o meno” e “non c’è motivo di sottoporsi a una mammografia meno di 40 Lo ha detto giovedì Luc Sugnart, presidente della SFSPM. « S’il ya une boule au sein, un sein à l’aspect modifié, et que cela persiste après un changement de cycle menstruel, il faut se faire esaminatore, ne pas mettre la tête dans le sable», aggiunge.

La posta in gioco alta da oltre 75 anni

L’allerta è maggiore per Donne Oltre i 75 anni, anche se l’aspettativa di vita è in aumento e l’invecchiamento aumenta il rischio di cancro. “Un numero significativo di donne di età superiore ai 74 anni ritiene che il follow-up non sia più necessario, il che porta alla gestione del cancro in fase avanzata”, si preoccupa l’SFSPM. “A volte vediamo donne di 80 anni che arrivano con un cancro di 3 centimetri”, afferma il professor Paranjit.

You May Also Like

About the Author: Malvolia Gallo

"Appassionato di alcol. Piantagrane. Introverso. Studente. Amante dei social media. Ninja del web. Fan del bacon. Lettore".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.