Pechino e Washington discutono a porte chiuse dopo un grande confronto

Dopo due sessioni giovedì ad Anchorage, in Alaska, i segretari statunitensi e cinesi si sono incontrati per l’ultima volta per concludere questo primo incontro faccia a faccia da quando il nuovo presidente degli Stati Uniti è arrivato alla Casa Bianca.

Si disse Joe Biden ferro Il suo ministro degli esteri, Anthony Blinken, ha tenuto testa ai suoi omologhi cinesi.

Il giorno prima, alle Parole di apertura che non erano diplomaticheI due campi hanno organizzato il divario tra loro in un modo senza precedenti. Liberati da un protocollo accurato, hanno ampliato i loro appunti, parlando a turno per cercare di ottenere l’ultima parola, e rispondendo in rapida successione a rari attacchi feroci provenienti dal lato opposto.

Anthony Blinken ha immediatamente accusato Pechino Minacciati Il Stabilità globale Ed elencato Paure profonde A Washington Genocidio Attribuito alle autorità cinesi contro i musulmani uiguri, ma anche Hong Kong e Taiwan, attacchi informatici contro gli Stati Uniti e coercizione economica contro i nostri alleati.

Stong, Yang Jiechi, funzionario capo della diplomazia del Partito Comunista Cinese, ha dichiarato: Forte opposizione A questa Gli Stati Uniti interferiscono negli affari interni della CinaGli Stati Uniti minacciano ritorsioni Contadino.

Successivamente, ha intrapreso un lungo atto d’accusa contro gli Stati Uniti, accusati in particolare di aver commesso un crimine Campioni In termini di attacchi informatici.

Ha invitato lo Stato a fare prima i lavori domestici, criticando l’opposizione Democrazia americana Quello che Washington vuole imporre Nel mondo, ma anche gli americani non li hanno più fiduciaE il movimento contro il razzismo ha chiamato “la questione delle vite nere” per denunciare il primato della forza mondiale per i diritti umani.

READ  "Odore di polvere": la Corea del Nord avverte gli Usa

Non è mai una buona idea scommettere contro l’AmericaAnthony Blinken ha risposto, sostenendo di aver sentito esplicitamente molti paesi Paure profonde Sulla posizione cinese.

L’amministrazione Biden vuole formare un fronte unito con i suoi alleati all’opposizione Posizione di forza In Cina, istituito in La più grande sfida geopolitica del 21 ° secolo.

Gli Stati Uniti non sono qualificati per dire che vogliono parlare con la Cina da una posizione di forza.

Yang Jiechi, ufficiale diplomatico del CPC

Si lamentava Yang Jiechi è tuo E il Atterraggio al livello Rispetto alla sua controparte americana.

Anche dopo che i giornalisti hanno lasciato la stanza, e dopo più di un’ora di accese discussioni, le due parti hanno continuato ad accusarsi a vicenda di avvelenare l’atmosfera e Violazione del protocollo.

Un alto funzionario degli Stati Uniti ha detto che i cinesi hanno offerto Demagogia E il Preferiva la recitazione teatrale rispetto alle discussioni tematiche.

Venerdì il ministero degli Esteri cinese ha risposto che gli americani sono stati i primi a giocare una partita eccitazione.

Quando i delegati cinesi sono arrivati ​​ad Anchorage, i loro cuori si sono congelati a causa del freddo pungente, ma anche per l’accoglienza dei loro ospiti americani.Il portavoce del ministero Zhao Lijian ha protestato a Pechino. Questi costumi sono tutt’altro che diplomatici!

Aspettative moderate

La Cina è stata particolarmente infastidita dalle recenti sanzioni statunitensi contro la sua acquisizione di Hong Kong, annunciate alla vigilia di questo incontro.

Anche prima dell’incontro in Alaska, le aspettative erano basse, poiché il presidente Biden ha dimostrato la sua determinazione a continuare sulla strada costante intrapresa dal suo predecessore, Donald Trump.

READ  Colorado | Tre giovani arrestati dopo un incendio doloso hanno ucciso cinque senegalesi

Ma il team di Biden, che ha criticato l’amministrazione Trump per il suo isolamento sulla scena mondiale e la sua diplomazia violenta e confusa, afferma di voler essere più metodico per poterlo fare. campo Il gigante asiatico deve affrontare sfide comuni, come il riscaldamento globale.

Il consigliere per la sicurezza nazionale della Casa Bianca Jake Sullivan Anchorage ha assicurato che gli Stati Uniti non vogliono conflitto Con la Cina, ma lo erano Aperto a una concorrenza intensa.

Ha chiamato Yang Jiechi Abbandona la mentalità della Guerra Fredda E implora anche di ottenere una forma cooperazione.

Una volta a porte chiuse, giovedì anche le delegazioni hanno tenuto una lunga conversazione. Grande, serio e direttoAbbiamo confermato al lato americano.

Ci auguriamo che gli Stati Uniti vengano a incontrare la Cina [afin de] Riportare le relazioni bilaterali a un percorso di sviluppo solido e stabilePechino ha aggiunto.

You May Also Like

About the Author: Rico Alfonsi

"Appassionato pioniere della birra. Alcolico inguaribile. Geek del bacon. Drogato generale del web."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *