Peccato in Ligue 1, Lukaku apre il suo bancone in Premier League

Pubblicato in:

Il campionato francese è stato segnato lo scorso fine settimana dall’interruzione della partita tra Nizza e Marsiglia dopo che i tifosi hanno invaso lo stadio. In Inghilterra, il Chelsea ha vinto il suo primo derby di Londra della stagione e ha vinto la Premier League.

  • French Ligue 1: Conquista del campo durante Nice-Marseille

La partita Nizza-Marsiglia che ha concluso la terza giornata della Ligue 1 francese, domenica sera ad Allianz Rivera, è stata interrotta al 75′ dopo aver travolto il campo mentre il Nizza era in vantaggio per 1-0. A inizio ripresa Kasper Dolberg apre le marcature su cross di Jordan Lutumba (49). Poi il gioco è sfuggito di mano. Prima sul campo si sono susseguiti cartellini gialli contro Dolberg, Kluivert, Bard e Luanne Perez. Poi anche in tribuna. Prendendo un angolo, Dimitri Payet ha ricevuto una bottiglia con del liquido nella parte posteriore del collo e ha risposto. Una sommossa ha portato alla sospensione dell’incontro e alla sua ultima fermata quando i giocatori del Nizza sono apparsi sull’erba per riprendere senza che l’OM lo facesse. Se il risultato sarà confermato, il Nizza (5 punti) punterà ora al terzo posto nel torneo e il Marsiglia al nono. Ma ora una battaglia incombe sul tappeto verde per determinare l’esito.

In altri incontri, il Lione ha subito una nuova delusione quando ha perso contro Claremont (3-3) per la prima volta, allungando il braccio domenica. Con i pareggi di SCO Angers (1-1 contro il Bordeaux) e Clermont (entrambi 7 punti), il Paris Saint-Germain (9 punti) è in testa al campionato da solo dalla sua vittoria a Brest (4-2), venerdì. E Lionel Messi non ha ancora giocato con la maglia azzurra.

READ  Didier Deschamps ritrova l'italiano "il suo paese" a Torino con la nazionale francese

Carlo Ancelotti è stato il suo primo impostore sotto i colori del Real Madrid. Il tecnico azzurro, che ha portato in panchina il testimone da Zinedine Zidane, ha subito un primo duro colpo (3-3) allo stadio Levante, che ha fatto scalpore nella seconda giornata in Spagna. Il Real apre subito le marcature grazie a Gareth Bale (quinto), poi le cose migliorano dopo lo spogliatoio: nel giro di dieci minuti il ​​Levante pareggia e poi avanza con Roger Marti (46) e poi Jose Campania (56). Alla fine della partita, Vinicius ha portato in vetta il Real (73), poi Robert Pierre ha segnato il gol del 3-2 (79) prima della gemma finale Vinicius (85) e il cartellino rosso diretto al portiere del Levante, Aitor. Fernandez, per fallo di mano fuori dalla propria area (87° posto). A causa di questo pareggio, il Real ha regalato il primo posto provvisorio in classifica all’Atlético, breve vincitore dell’Elche 1-0 in serata.


Il primo derby si è svolto a Londra domenica della seconda giornata tra Chelsea e Arsenal. E sono stati i Blues, più impressionanti sulla carta, a prendere il comando attraverso la loro nuova recluta, Romelu Lukaku. L’attaccante belga si è ritrovato solo davanti alla gabbia vuota dell’Arsenal su passaggio di Reece James dal 15′ ad aprire le marcature. Poi Reece James ha raddoppiato la stessa puntata dopo un turn perfetto di Mason Mount (35′). Gli inglesi si sono recati nell’alcova di fronte a Bernd Leno e hanno permesso alla sua squadra di tornare negli spogliatoi con due gol di vantaggio. Nella ripresa gli uomini di Thomas Tuchel continuano a dominare di testa e di spalle senza aumentare il punteggio. Con questo risultato (0-2), il Chelsea avanza in Premier League con il Liverpool, che sabato ha battuto il Burnley (2-0). Vincitore del Wolverhampton (1-0), con ancora in campo Harry Kane, il Tottenham è quarto in classifica. L’irresistibile contro il Leeds (5-1) di una settimana fa, il Manchester United, invece, ha dovuto dividere i punti con il Southampton (1-1) in una partita molto erratica.

  • Bundesliga tedesca: il Bayern recupera

Sorvegliato la scorsa settimana dal Borussia Mochengladbach, il Bayern Monaco avrebbe dovuto rispondere domenica sull’erba dell’Allianz Arena contro il Colonia. Alla fine del primo tempo, dominato dalla squadra ma terminato con lo 0-0, ha aperto le marcature l’immancabile Robert Lewandowski al rientro dagli spogliatoi dopo un ottimo lavoro di Jamal Musiala (50). Meno di dieci minuti dopo, Serge Gnabry ha tagliato corto la pausa (59 minuti) per dare aria alla sua gente. Senza contare su Anthony Modeste (60) e poi su Mark Oth (62) che hanno azzerato molto velocemente i contatori. Alla fine, Gnabry regala al Monaco la vittoria con una doppietta sotto la traversa (71′). Il Bayern si piazza così in fondo al podio, in un girone di quattro squadre a quattro punti, con Hoffenheim, Bayer Leverkusen e Friburgo.

  • Serie A: Mourinho vince il suo ritorno in Italia

Jose Mourinho è tornato in Serie A sulla panchina della Roma dopo 11 anni della sua storica tripletta con l’Inter, e ha esordito domenica all’Olimpico battendo la Fiorentina (3-1). Questo successo di apertura porta l’impronta del junior Tammy Abraham, che ha causato l’eliminazione del portiere toscano a inizio partita (17) e poi ha fornito il primo gol di Henrikh Mkhitaryan (26) e del francese Jordan Veritot, autore di una coppia. 79). Senza Cristiano Ronaldo all’inizio, la Juventus è invece partita male cedendo due punti in casa dell’Udinese (2-2), che il suo portiere ha tradito. CR7 è entrato solo dopo il quarto d’ora, e avrebbe salvato la Torinese ai tempi supplementari con un colpo di testa vincente, ma il gol del fuorigioco è stato annullato dal VAR per un fuorigioco molto contenuto. L’inaspettato pareggio sembra una falsa partenza per Massimiliano Allegri, che torna in panchina per riportare in vetta la “vecchia signora” a due anni dalla fine della sua prima avventura torinese, conclusa con cinque scudetti in cinque stagioni . I bianconeri sono già alle spalle dell’Inter, campione in carica che sabato contro il Genoa (4-0) ha iniziato perfettamente la sua stagione, ma anche sulle altre big hanno iniziato con il piede giusto.

Con Agence France-Presse e Reuters

You May Also Like

About the Author: Fina Lombardi

"Fanatico della cultura pop. Ninja zombi estremo. Scrittore professionista. Esperto di Internet."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *