Omicron alternativo: gli Stati Uniti in “allerta precoce”, secondo il dott. Fauci

Washington | Il consigliere per la crisi sanitaria della Casa Bianca, Anthony Fauci, ha dichiarato lunedì che gli Stati Uniti sono in “alta allerta” per una nuova alternativa a Omicron e ha esortato gli americani a ricevere le loro dosi di richiamo del vaccino.

• Leggi anche: Alternare le preoccupazioni per le festività natalizie con la famiglia

• Leggi anche: Variante Omicron: una raffica di speculazioni per pochissime certezze

• Leggi anche: Variante Omicron: previsti 10.000 casi al giorno questa settimana in Sudafrica

Lo stato non ha registrato “casi confermati” di questa alternativa, che causa preoccupazione globale e chiusure delle frontiere, ma le dichiarazioni del dott.S Fauci, apparso su ABC TV, interviene il giorno successivo per identificare i primi due casi in Canada, Paese confinante.

“Ovviamente siamo in preallarme”, ha detto.

Le persone idonee dovrebbero “ottenere la loro dose di richiamo ora” senza aspettare che venga sviluppato un vaccino per la variante di Omicron “di cui potremmo non aver nemmeno bisogno”, ha affermato Anthony Fauci.

“Quello che sappiamo è che le persone che sono state vaccinate fanno un lavoro molto migliore di quelle che non sono state vaccinate, specialmente quando ricevono la dose di richiamo”, ha detto.

“Prima o poi, è inevitabile che (la variante Omicron) si diffonda ‘ampiamente'”, ricorda l’immunologo, “perché sembra essere molto contagiosa, ma ‘ci sono molte cose che non sappiamo'”.

Ha avvertito che era “troppo presto” per confermare che Omicron è meno pericoloso e causa sintomi più lievi.

Poche sono le certezze su questa alternativa, inizialmente individuata in Sudafrica a novembre e classificata dall’Organizzazione mondiale della sanità come “preoccupante”. L’infezione effettiva e la gravità restano da determinare.

READ  Dopo essere stato accusato di molestie sessuali, l'ex governatore di New York perde un Emmy Award

“Finora non sono stati segnalati decessi associati alla variante Omicron”, ha affermato l’organizzazione in un documento tecnico pubblicato lunedì, ma il potenziale per la sua diffusione a livello globale è elevato.

Gli Stati Uniti, che hanno riaperto al mondo all’inizio di novembre, sono stati chiusi lunedì ai viaggiatori provenienti da otto paesi sudafricani.

da vedere anche

You May Also Like

About the Author: Rico Alfonsi

"Appassionato pioniere della birra. Alcolico inguaribile. Geek del bacon. Drogato generale del web."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *