Massiccia folla “Spring Break”: Miami Beach dichiara lo stato di emergenza

Il sindaco di Miami Beach, in Florida, ha dichiarato lo stato di emergenza e ha imposto il coprifuoco sabato sera dopo che una folla imponente si è riversata nelle strade della città in occasione dello “Spring Break”.

Leggi anche: [EN DIRECT] Gli ultimi sviluppi sul Coronavirus

“C’è molto di più in arrivo senza l’intenzione di seguire le regole, e il risultato è stato un livello di caos e interruzione che possiamo gestire”, ha detto alla CNN il sindaco Dan Gilber.

Le immagini che circolano sui social media mostrano centinaia di festaioli riuniti per le strade della città meridionale degli Stati Uniti durante lo scoppio.

Il signor Gilber ha commentato: “Di notte, sembra di essere a un concerto rock. Ci sono persone da parete a parete su più blocchi”.

Domenica mattina presto, la polizia di Miami Beach ha dichiarato di aver effettuato “almeno dieci” arresti dopo l’entrata in vigore del coprifuoco.

Il coprifuoco, che inizia alle 20:00, e la chiusura di molte strade del quartiere dei divertimenti di Miami Beach per 72 ore.

Le strade che portano alla città sono chiuse anche al traffico non locale dalle 21:00 per le prossime notti.

Il sindaco di Miami Beach ha detto alla CNN: “Se vieni qui perché sei frustrato e vuoi essere abbandonato, pensi di poter fare qualsiasi cosa, per favore non venire qui”.

Abbiamo più poliziotti ovunque e arresteremo le persone e lo abbiamo già fatto. “Manterremo l’ordine”, ha aggiunto.

READ  Stati Uniti: un intruso che si imbarca su un aereo ufficiale in una base militare

You May Also Like

About the Author: Rico Alfonsi

"Appassionato pioniere della birra. Alcolico inguaribile. Geek del bacon. Drogato generale del web."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *