maltempo | Almeno 50 morti in Europa e molti dispersi

(Maine) Le forti piogge e le inondazioni hanno ucciso una cinquantina di persone e molte sono scomparse giovedì in Europa, in particolare in Germania, dove molti funzionari accusano il cambiamento climatico.




Michael Fitzpatrick con Matthew Foulkes a Berlino
Agenzia di media Francia

Anche il Belgio, dove il maltempo ha ucciso quattro persone secondo i servizi di emergenza, almeno sei secondo RTBF, ha subito danni significativi, così come Lussemburgo e Paesi Bassi.

Ma la situazione nella Germania occidentale è stata più drammatica giovedì, con il bilancio delle vittime che ha raggiunto almeno 45 persone nel tardo pomeriggio secondo la polizia.

Molti villaggi sono rimasti tagliati fuori dal mondo giovedì notte, facendo temere che il bilancio delle vittime possa aumentare. Dozzine di persone sono ancora disperse.

“Tragedia”

“È un disastro, una tragedia”, ha detto Angela Merkel da Washington, dove giovedì ha iniziato una visita ufficiale. Il cancelliere ha promesso che lo Stato “farà tutto il possibile” per aiutare le vittime.

E nel comune di Schuld, a sud di Bonn, devastato da un’alluvione che ha spazzato via sei abitazioni, la polizia ha contato tra i 50 ei 60 dispersi.

Ai residenti è stato chiesto di inviare alla polizia video e foto che potessero fornire indizi sui loro cari scomparsi.

Nella città del Maine, nella Renania-Palatinato, le strade sono state allagate.

Da dove viene tutta questa pioggia? È una follia”, ha detto all’AFP, Annemarie Muller, guardando dal balcone nel suo giardino allagato. Durante la notte, “ha fatto un tale rumore e, vista la velocità con cui stava scendendo, abbiamo pensato che avrebbe sfondato la porta. .”

READ  38 giorni in modalità sopravvivenza Amazon

“Nel 2016, in realtà abbiamo avuto gravi inondazioni, ma sono ben oltre”, afferma Oli Walsdorf, vice capo dei vigili del fuoco nel Maine.

Armin Laschet, il candidato a succedere alla cancelliera in autunno dopo le elezioni parlamentari, ha cancellato una riunione del partito in Baviera per monitorare la situazione nel suo stato regionale, il Nord Reno-Westfalia, il più popoloso della Germania.

“La situazione è preoccupante”, ha affermato Laschet, che ha visitato le comunità sommerse con gli stivali di gomma.

In questa vasta area, due vigili del fuoco sono morti durante l’intervento, mentre due uomini sono annegati nel seminterrato allagato.

Giovedì mattina più di 135.000 case sono state prive di elettricità. In mancanza di forze, le autorità si sono impegnate a evacuare quasi 500 pazienti da una clinica a Leverkusen.

Le forti piogge hanno fatto gonfiare i fiumi, abbattuto alberi e inondato strade e case.

L’organizzazione umanitaria sta cercando di evacuare le vittime, molte delle quali si sono rifugiate sui tetti. Ma molti accessi sono bloccati, il che complica le operazioni.

Anche l’esercito tedesco sta lavorando duramente nelle zone più colpite.

Sul posto andrà anche il ministro delle finanze Olaf Schultz, candidato alla cancelliera della SPD, per valutare i danni e gli aiuti che verranno forniti. Due mesi e mezzo prima delle elezioni, la candidata ambientalista Annalena Barbock interromperà le sue vacanze.

Queste condizioni climatiche sono già nel bel mezzo della campagna elettorale mentre la questione climatica gioca un ruolo importante. Ricordano anche le precedenti alluvioni dell’estate 2002, che il cancelliere Gerhard Schroeder ha affrontato, prima di essere rieletto al Partito conservatore.

READ  Mercurio si avvicina a 35°C al Polo Nord

Il “migliore” da preparare

“Queste fluttuazioni meteorologiche estreme sono le conseguenze del cambiamento climatico”, ha affermato il ministro degli Interni Horst Seehofer, per il quale la Germania dovrebbe “essere meglio preparata”.

“Ciò significa che dobbiamo accelerare l’azione per proteggere il clima – a livello europeo, nazionale e globale”, ha aggiunto Laschet, che è davanti agli ambientalisti nei sondaggi di opinione.

Il clima più caldo trattiene più acqua e può causare forti piogge. Questi possono avere conseguenze particolarmente devastanti nelle aree urbane, con scarso drenaggio dell’acqua e costruzione in aree soggette a inondazioni.

Sono stati colpiti anche i vicini delle regioni tedesche più colpite, Belgio, Paesi Bassi e Lussemburgo.

In Belgio, l’esercito è stato dispiegato in quattro delle dieci province del Paese per prendere parte ai soccorsi e in particolare alle numerose evacuazioni. Da mercoledì sono state fornite tende per il trasporto dei residenti della città termale allagata.

Il presidente della Regione vallona Elio de Rupo ha avvertito che l’inondazione della Mosa “assumerà un carattere molto pericoloso nella stessa Liegi”.

You May Also Like

About the Author: Rico Alfonsi

"Appassionato pioniere della birra. Alcolico inguaribile. Geek del bacon. Drogato generale del web."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *