L’Iran ha “sventato” un attacco al padre di Mahsa Amini

L’Iran ha “sventato” un attacco al padre di Mahsa Amini

Sabato le forze di sicurezza iraniane hanno arrestato diverse persone che volevano “assassinare” il padre di Mahsa Amini, la cui morte un anno fa scatenò un movimento di protesta, ha riferito l’agenzia di stampa ufficiale IRNA.

• Leggi anche: Un anno dopo la morte di Mahsa Amini, le autorità impediscono alla sua famiglia di celebrare cerimonie matrimoniali

• Leggi anche: Iran: arrestato lo zio di Mahsa Amini prima del primo anniversario della sua morte

• Leggi anche: Iran: gli esperti delle Nazioni Unite paragonano la legge sull’hijab all’”apartheid”

Mahsa Amini, una curda iraniana di 22 anni, è morta il 16 settembre 2022 mentre era in custodia di polizia dopo essere stata arrestata dalla polizia morale per presunta violazione del rigido codice di abbigliamento imposto alle donne in Iran. La sua morte ha portato a settimane di proteste contro il regime.

“Le forze di sicurezza hanno arrestato diversi membri di un gruppo terroristico che voleva assassinare Amjad Amini, il padre di Mahsa Amini”, ha detto l’agenzia, citando il vice governatore della regione del Kurdistan (Ovest), Mehdi Ramadani.

Ha aggiunto che questo attacco è stato “sventato” senza fornire dettagli sul “gruppo terroristico”.

L’agenzia ha affermato che il tentato attacco è avvenuto mentre Amjad Amini stava visitando la tomba di sua figlia nel cimitero della città di Saghiz, nella regione del Kurdistan.

Dall’inizio del movimento di protesta, centinaia di persone sono state uccise, compresi agenti di polizia, e altre migliaia sono state arrestate. Sette uomini sono stati giustiziati dopo essere stati accusati di aver ucciso o ferito agenti delle forze dell’ordine.

READ  Confine USA-Messico | Il governatore del Texas vuole riprendere la costruzione del muro

You May Also Like

About the Author: Rico Alfonsi

"Appassionato pioniere della birra. Alcolico inguaribile. Geek del bacon. Drogato generale del web".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *