“Le forze russe sono in gravi difficoltà”

Le vittime dei soldati russi dopo i 41 giorni di guerra in Ucraina sono particolarmente elevate e probabilmente renderanno le cose molto difficili sul terreno affinché l’invasione di Putin continui.

• Leggi anche: diretto | Il quarantunesimo giorno di guerra

• Leggi anche: Blinken denuncia una “campagna deliberata di omicidi, torture e stupri” a Boucha

Secondo gli esperti della NATO, circa 40.000 soldati russi sono stati feriti, scomparsi o catturati durante la guerra di un mese.

Secondo le peggiori stime del Pentagono, 15.000 di loro moriranno.

Queste perdite potrebbero aver già distrutto il morale delle truppe, che ora sono in gravi difficoltà, secondo l’esperto Richard Blanchett, un maggiore generale in pensione.

“Il morale è un principio fondamentale e fondamentale della guerra”, spiega Blanchett in un’intervista a TVA Nouvelles a mezzogiorno.

Tra i russi ci sono soldati di diverse origini. Quelli del nord che provenivano da un lontano distretto militare russo, ebbero meno successo. Quanto a quelli che erano del sud, erano di un’altra organizzazione. Coloro che erano intorno a Kiev hanno iniziato un ritiro che non è andato bene.

Mentre tutte le unità si stanno preparando per il prossimo futuro, una facile vittoria nel Donbass è tutt’altro che garantita per i russi, data la loro situazione particolarmente difficile.

Truppe e unità sono in gravi difficoltà. Richard Blanchett conclude che è improbabile che il loro arrivo al fronte nel sud-est farà molta differenza date le loro condizioni.

*** Guarda la sua intervista completa nel video qui sopra. ***

READ  A New York un'accusa contro le gambe di un analista del fuoco ha bruciato i balconi di un concorso

You May Also Like

About the Author: Rico Alfonsi

"Appassionato pioniere della birra. Alcolico inguaribile. Geek del bacon. Drogato generale del web".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.